Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Dialogo Rai-Mediaset Verso il polo nazionale per le torri delle tlc

MILANO.
La scelta di Telecom Italia di mettere in vendita la quota di controllo di Inwit (la società in cui sono state conferite le torri tlc), apre nuovi scenari nel risiko di consolidamento del settore riaprendo i giochi anche tra gli operatori italiani che potrebbero aggregarsi con la benedizione e moral suasion del governo. Fonti finanziarie riferiscono infatti che sia Ray Way, controllata dalla Rai al 65%, sia Ei Towers, la società di cui Mediaset possiede il 40%, avrebbero già avuto contatti informali tra loro e con alcuni operatori istituzionali e di mercato, in cui si sarebbero detti aperti al dialogo, come auspicato dal sottosegretario Antonello Giacomelli. Situazione capovolta rispetto a un anno fa quando tra i due rivali era calato il gelo in seguito all’offerta ostile di Ei Towers su Ray Way. Adesso invece le due società quotate potrebbero trovare un interesse comune nel dar vita al campione nazionale delle torri broadcast. Il dialogo potrebbe essere agevolato anche da terzi soggetti, come il fondo F2i, che potrebbe intervenire nella partita.
In ogni caso lo scenario è fluido, poichè tutto dipende dall’esito della vendita di Inwit le cui offerte vincolanti sono attese per metà marzo. La stessa Ei Towers sta giocando anche questa partita e avrebbe offerto 5 euro per ogni azione per rilevare fino al 29,9% del capitale di Inwit, superando la proposta della spagnola Cellnex che ha messo sul piatto meno di 4,5 euro per azione ma per l’intero gruppo, quindi prevedendo un esborso complessivo molto più elevato. Ma a breve i vertici di Telecom si incontreranno con quelli del gruppo spagnolo per comunicare che, salvo una modifica sostanziale del prezzo, la proposta di Ei Towers verrebbe preferita, anche se l’ultima parola spetterà al cda del gruppo telefonico in agenda il 17 marzo. Il mercato scommette che gli spagnoli sarebbero comunque determinati ad alzare la posta, ma non è chiaro se riusciranno a superare l’offerta di Ei Towers. Se Cellnex dovesse vincere la partita su Inwit, allora Ray Way, insieme a un partner finanziario che potrebbe essere F2i – sarebbe pronta a muovere i suoi passi verso Ei Towers. La quale si è posizionata al centro delle operazioni in modo da tenere il pallino in mano e non subire gli eventi. Ma se invece fosse Ei Towers a vincere la partita Inwit diventandone il secondo socio con il 29% del capitale, è probabile che successivamente il gruppo possa dividere la sua attività in due, facendo confluire le torri televisive dentro Ray Way e concentrando risorse ed energie sullo sviluppo di quelle telefoniche insieme a Telecom e magari aprendo le porte anche a un socio pubblico di minoranza. Intanto ieri Inwit ha approvato risultati 2015 migliori delle attese, una riccca cedola e un piano 2016-2018 che prevede investimenti per 135 milioni e una crescita annua del margine lorodo tra il 6 e il 9%.
Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Alla fine, dopo un consiglio sospeso e riaggiornato a ieri pomeriggio, l’offerta vincolante per l...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Scatta l’operazione-pulizia del Recovery Plan. Dal primo giro di orizzonte del gruppo di lavoro di...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Negli ultimi giorni, la stampa è entrata improvvisamente nel mirino di alcuni governi in Europa del...

Oggi sulla stampa