Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Deutsche Bank triplica il risultato netto

Conti in crescita per Deutsche Bank. Il colosso tedesco ha visto triplicare l’utile netto nel secondo trimestre, raggiungendo 818 milioni di euro contro i 238 realizzati nello stesso periodo del 2014. Numeri superiori alle attese delle analisti, visto che il consensus di mercato (dati Bloomberg) si fermava a 797 milioni. I profitti sono cresciuti nonostante l’impennata delle spese legali, che sono ammontate a 1,2 miliardi di euro contro i 550 milioni di euro stimati.
I dati segnalano la volontà del co-chief executive officer John Cryan, che proprio questo mese ha preso il posto di Anshu Jain, di riportare il gruppo alla profittabilità e alla solidità patrimoniale attraverso la riduzione dei costi e alla focalizzazione su alcuni business. La banca non ha escluso possibili ricorsi a un aumento di capitale, ma ha comunque precisato di non avere alcuna operazione straordinaria in agenda.La borsa ha risposto bene ai risultati, premiando il titolo con un rialzo del 5,25 per cento.
La performance finanziaria della banca «non riflette il suo potenziale» ha detto il Ceo aggiungendo che tutte le aree di business verranno sottoposte «a un esame critico» e che verranno tagliati «i costi dispendiosi e inaccettabili» della banca.
Risultati in crescita anche per Deutsche Bank in Italia, che ha registrato un aumento degli impieghi erogati del 25 per cento. La divisione asset & wealth management ha segnato nel primo semestre una raccolta netta di 5,5 miliardi e un patrimonio in gestione di 31,5 miliardi. La banca, guidata dal country manager Flavio Valeri, ha in Italia 340 sportelli e altri 300 punti vendita, 4mila dipendenti e una rete di 1.500 promotori. Rappresenta il secondo mercato in Europa per il gruppo tedesco. Nell’investment banking, Deutsche Bank è advisor delle primarie operazioni sul mercato dei capitali, tra cui l’Ipo della Popolare di Vicenza, l’operazione Italcementi-Heidelberg, l’aumento di capitale di Carige.
Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Primo giorno di lavoro in proprio per Francesco Canzonieri, che ha lasciato Mediobanca dopo cinque a...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

 Un passo indietro per non sottoscrivere un accordo irricevibile dai sindacati. Sarebbe questo l’...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Doveva essere una Waterloo e invece è stata una Caporetto. Dopo cinque anni di cause tra Mediaset e...

Oggi sulla stampa