Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Deutsche Bank, multa record da 2,5 miliardi

Deutsche Bank ha pagato una multa da 2,5 miliardi di dollari alle autorità americane e britanniche per il proprio ruolo nella manipolazione del Libor, il tasso interbancario di riferimento. Si tratta della multa più alta pagata da un’istituzione finanziaria in questa indagine e si somma ai 725 milioni di euro pagati dalla banca tedesca nel 2013 per chiudere un’inchiesta antitrust europea sulla stessa vicenda. Altre sette banche sono state coinvolte nel procedimento negli Stati Uniti e in Gran Bretagna, in corso da sette anni, ma il pagamento di Deutsche Bank è di gran lunga il più grande. Sul caso Libor è ancora pendente un’inchiesta dell’ente di controllo tedesco, Bafin.
La Fca, l’autorità britannica di controllo dei mercati, ha detto che 29 dipendenti della banca tedesca sono risultati coinvolti. In una nota, Deutsche afferma di aver sottoposto a misure disciplinari o licenziato gli individui coinvolti e di aver rafforzato i propri controlli interni. La banca sottolinea anche che nessun membro attuale o passato del consiglio di amministrazione è stato coinvolto o era al corrente delle malefatte dei trader. Tuttavia, uno dei due chief executive del gruppo, Anshu Jain, era a capo dell’investment banking negli anni in cui è avvenuta la manipolazione del Libor e altri scandali in cui Deutsche Bank è stata coinvolta. L’annuncio di ieri non può giovare alla sua reputazione, soprattutto nel momento critico che il gruppo attraversa, con un ripensamento di strategia. Un nuovo piano dovrebbe essere presentato oggi al consiglio di supervisione: secondo indiscrezioni di mercato circolate in questi giorni, potrebbe comprendere la dismissione della rete al dettaglio Postbank e un maggior focus sulle attività di banca d’investimento, che sono le più redditizie del gruppo, ma anche quelle che hanno causato i guai giudiziari di questi anni, e di gestone di fondi. Deutsche effettuerà nei conti del primo trimestre un ulteriore accantonamento di 1,5 miliardi di euro per far fronte alla multa sul Libor e altre spese conseguenti a vicende giudiziarie.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Non deve essere stato facile occupare la poltrona più alta della Bce nell’anno della peggiore pes...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Prelios Innovations e Ibl Banca (società attiva nel settore dei finanziamenti tramite cessione del ...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

La pandemia ha spinto le famiglie italiane a risparmiare di più. E questo perchè il lockdown e le ...

Oggi sulla stampa