Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Deutsche Bank, la cessione della rete approda sul tavolo del consiglio

Finiranno giovedì sul tavolo del consiglio di Deutsche Bank le offerte per la rete dei consulenti di Deutsche Bank Financial Advisors. Domani ci sarà infatti il consiglio di gestione della branch italiana del colosso tedesco e giovedì il consiglio di sorveglianza: appuntamenti già previsti da tempo, ma nei quali secondo gli addetti ai lavori potrebbe essere presa in esame la vendita dello storico network che un tempo era chiamato Finanza&Futuro.

Si tratta di un’operazione di rilievo con grandi interessi in gioco: le offerte più in evidenza sono quelle di Mediobanca, che sempre giovedì ha in programma un suo consiglio per l’approvazione dei conti annuali, e della tedesca Allianz. Altre proposte potrebbero arrivare sul tavolo (si parla di Crédit Agricole), ma sembrano avere molte meno chance, perché ormai arrivate fuori tempo massimo.

Nato come Finanza & Futuro Banca nel 1986, il network di consulenti, promotori e private banker è stato acquisito da Deutsche Bank nel 1995. Nel 2018 la rete di consulenti finanziari ha preso il nome di Db Financial Advisors. Attualmente conta circa 1.100 consulenti e ha masse in gestione per oltre 17 miliardi di euro.

Mediobanca punta a mettere a segno il deal: vuole sviluppare il progetto Mediobanca Financial Advisory. La banca guidata da Alberto Nagel ha capitali in eccesso per l’operazione. Ma dall’altro lato c’è Allianz, che punta a rilevare il network per potenziare la sua Allianz Bank.

Il colosso tedesco ha diverse armi di convinzione al suo arco. Con i suoi 50 anni di storia, un esercito di 2300 consulenti, di cui 500 private banker, e la potenza di fuoco di 53,4 miliardi di gestioni, ha spalle estremamente forti.

Si tratta di una partita, dove la variabile prezzo ha una valenza, ma non dominante. Altre variabili sono in gioco. Nell’operazione di cessione c’è sul tavolo il trasferimento di un portafoglio crediti, mutui sui clienti del ramo promotori finanziari. Si tratta di circa 800 milioni: secondo indiscrezioni, Allianz sarebbe disposta a prenderlo in carico interamente, mentre Mediobanca accetterebbe una tranche di 500 milioni su 800 milioni complessivi. Da tenere in considerazione c’è anche la preferenza, che sarebbe circolata in questi ultimi mesi, di alcuni area manager della rete di Deutsche Bank per l’offerta di Mediobanca. La volontà di alcuni pezzi da novanta della rete potrebbe avere una certa influenza sulla scelta finale, anche se da sola non sembra determinante. C’è, infine, sul tavolo un tema di compliance che dovrà essere considerato nell’operazione.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Il terzo polo? Non è un'ossessione. Banco Bpm in saluto. Balliamo anche da soli. Leggi l'artico...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Lo studio della School of Management del Politecnico. Il virus ha certamente favorito l'uso del den...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Prende corpo il progetto di allargare l’Ape sociale e renderla strutturale, come forma per antici...

Oggi sulla stampa