Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Del Vecchio lancia segnali alla politica sulle Generali

Leonardo Del Vecchio non vuole finire elefante nella cristalleria. E continua la comunicazione al bromuro sull’ascesa al 20% in Mediobanca. Ieri fonti a lui vicine hanno detto che non vuole spingere Generali verso una fusione con Axa o Zurich (anche perché, nota l’uomo della strada, capitalizzano ormai più del doppio dei 21,3 miliardi del Leone, quindi i soci italiani sarebbero minoranza). Intende invece riportarla al ruolo di leader europeo che a fine anni ‘90 aveva.
È un modo , anche, per placare la politica italiana, che lo attende al varco con norme truci tipo il nuovo golden power. Prima di ieri, mesi di blandizie avevano riguardato il piano strategico di Mediobanca, la natura finanziaria dell’investimento, la non volontà di presentare una sua lista contro quella del cda uscente, che a ottobre vuole ricandidare l’ad Nagel e il presidente Pagliaro. Tra tanto non fare, resta che Del Vecchio compra Mediobanca ma allude a Generali, autonoma benché da essa partecipata, al 13%. Più interessante che Del Vecchio, socio forte pure a Trieste e dal 2007 in cda, abbia colà votato da allora ogni strategia del vertice. Né risultano a verbale sue proposte alternative di sviluppo, crescita, aggregazione. In Borsa, per sicurezza, i fondi hanno comprato ancora le due azioni: oltre +5% .
Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Giuseppe Conte è pronto alla svolta: oggi pomeriggio, nel chiuso del castello Meseberg, farà capir...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Non ha cambiato idea, Giuseppe Conte. All’indomani della proposta di revisione della concessione p...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

L'occorsa emergenza sanitaria ha offerto, tra le altre, l'occasione di trattare un tema spesso consi...

Oggi sulla stampa