Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Del Fante (Poste) “Sostenibili e innovatori per spingere il Paese”

«L’impegno che abbiamo assunto sulla sostenibilità e sull’innovazione rappresenta un supporto importante per raggiungere gli obiettivi di ripresa economica sostenibile del Paese e dell’Europa. Oggi siamo in grado di fornire un contributo rilevante alla campagna vaccinale con la nostra piattaforma di prenotazione e somministrazione dei vaccini. E contiamo sul pieno sviluppo della banda, e più in generale sulla digitalizzazione, per portare servizi ad alto valore aggiunto sul territorio».
A sintetizzare così il rapporto sempre più stretto tra innovazione e sostenibilità all’interno delle strategie di Poste Italiane è Matteo Del Fante, amministratore delegato del gruppo. L’occasione per mettere in fila le sfide più importanti che attendono l’azienda e il sistema Paese tra emergenza sanitaria, ripresa economica e futuro sostenibile è stata la quarta edizione del Multistakeholder Forum 2021 di Poste Italiane, andato in onda ieri su Repubblica.it.
Il laboratorio di idee per l’economia circolare e il futuro sostenibile ha riunito diverse personalità dell’impresa, della finanza e altri ambiti attorno al tema dello sviluppo sostenibile, facendo emergere il binomio sostenibilità-innovazione come faro per orientare le azioni dei prossimi mesi.
Del resto, ha ricordato Del Fante, la pandemia ha messo in evidenza l’importanza degli investimenti materiali, ma anche immateriali (proprio ieri Poste Italiane ha annunciato una convenzione con la Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli per l’esecuzione di un piano aziendale anti Covid 19 per il personale). Impegni che, come rilevato da Giuseppe Lasco, condirettore generale di Poste Italiane, si legano ormai strettamente al paradigma della sostenibilità. «Bisogna prevenire gli impatti negativi producendo al tempo stesso impatti positivi, che è ciò che abbiamo fatto noi quando abbiamo dovuto tutelare la salute dei lavoratori e dei cittadini senza pregiudicare l’erogazione dei servizi essenziali. Il rapporto tra aziende e stakeholder sta evolvendo e la pandemia sta accelerando questa evoluzione».
Questo cambio di pelle è ormai visibile non solo a livello aziendale. E chiama in causa anche l’Europa, specialmente sul fronte ambientale. «La nostra è un’istituzione policy-driven che non ambisce a essere valutata solo in termini finanziari, ma anche per gli impatti positivi sulla vita delle cittadini – osserva Dario Scannapieco, vicepresidente della Banca europea degli investimenti – Il clima rappresenta una delle grandi sfide che abbiamo raccolto. Dal 2022 non finanzieremo più progetti che prevedono il ricorso a fonti combustibili fossili o iniziative energetiche che producono emissioni superiori ad alcune soglie specifiche, altrimenti saremo obbligati contestualmente a progetti di contenimento delle emissioni. Ci siamo allineati agli obiettivi dell’Accordo di Parigi e, a partire dal 2025, il 50% dell’attività della Bei sarà dedicata esclusivamente a iniziative che riguardano il clima. Tuttavia – ricorda Scannapieco – lo sforzo richiesto in questo contesto è destinato a essere uno sforzo collettivo».
Il Multistakeholder Forum 2021 di Poste ha raccolto anche esperienze concrete di sostenibilità in altri ambiti, dalla sanità alla finanza passando per lo sport. L’evento ha infatti ospitato gli interventi di Walter Ricciardi, consigliere del ministero della Salute, Monica Biagiotti, vicepresidente esecutivo di Mastercard, Francesco Sandrini, responsabile multi-asset investment di Amundi, Sara Gama, capitana della nazionale femminile italiana di calcio, e il professor Umberto Moscato del Policlinico Gemelli di Roma.
Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

«Siamo certamente partiti con il piede giusto». Carlos Tavares, amministratore delegato di Stellan...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

«L’intervento del Pnrr si colloca nel solco degli sfidanti obiettivi definiti in sede europea e n...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Squadre di lavoro ad hoc per asili e i nuovi “ospedali di comunità”. Si avvia la fase operativa...

Oggi sulla stampa