Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Deducibilità Irap, doppia via

L’Irap deducibile su base forfettaria e quella deducibile su base analitica in Unico 2013 su binari separati. Nel modello dedicato alla dichiarazione delle società di capitali infatti, pur se inserite entrambe nel medesimo rigo RF54 dedicato alle variazioni in diminuzione dal reddito d’impresa, l’irap deducibile in misura pari al 10% del versato andrà indicata con l’apposito codice 12 mentre quella deducibile su base analitica per effetto del costo del lavoro dovrà essere indicata, separatamente, con il codice 33.

Grazie a tale distinzione il fisco potrà monitorare e verificare il corretto inserimento e la spettanza delle due deduzioni dell’imposta regionale sulle attività produttive dal reddito d’impresa.

Il modello Unico2013 delle società di capitali e le relative istruzioni, confermano e danno attuazione pratica della possibile coesistenza delle due deduzioni introdotte rispettivamente dal primo decreto anticrisi dl 185/2008 e dalla prima manovra Monti dl 201/2011.

L’esercizio 2012 sarà dunque il primo per il quale nella determinazione del reddito d’impresa – ma anche di lavoro autonomo – si potrà sfruttare la nuova deduzione analitica dell’irap pagata nel corso del periodo d’imposta, sia a titolo di saldo per l’anno 2011 che a titolo di acconto dell’esercizio stesso, in misura proporzionale alla quota indeducibile dalla base imponibile irap stessa dei costi del personale dipendente ed assimilato.

Sempre nell’esercizio 2012 e sempre per la prima volta, la suddetta deduzione analitica potrà coesistere con quella forfettaria del 10% introdotta dal citato dl 185/2008 a patto che quest’ultima sia giustificata dalla concorrenza alla formazione della base imponibile irap di almeno 1 euro di interessi passivi ed oneri assimilati al netto degli interessi attivi e dei proventi ad essi assimilati.

Sono proprio le istruzioni alla compilazione del quadro RF – Redditi d’impresa del modello Unico 2013 delle società di capitali, a chiarire esattamente la suddetta distinzione delle due deduzione ed il contenuto esatto di ciascun campo ad esse dedicato.

Nel campo 12 del rigo RF54 i contribuenti dovranno infatti indicare l’importo pari al 10 per cento dell’Irap versata nel periodo d’imposta oggetto della dichiarazione, sia a titolo di saldo (di periodi d’imposta precedenti) che di acconto, deducibile dal reddito d’impresa (ai sensi dell’art. 6 del decreto-legge n. 185 del 2008).

Nel campo contrassegnato invece con il codice 33 del rigo RF54 andrà indicato l’importo pari all’Irap relativa alla quota imponibile delle spese per il personale dipendente e assimilato al netto delle deduzioni spettanti ai sensi dell’art. 11, commi 1, lett. a), 1-bis, 4-bis. 4-bis.1 del decreto legislativo n. 446 del 1997, versata nel periodo d’imposta oggetto della dichiarazione, sia a titolo di saldo (di periodi d’imposta precedenti) che di acconto, deducibile dal reddito d’impresa.

Per i soggetti solari con esercizio coincidente con l’anno di calendario, la nuova deduzione analitica irap basata sui costi del personale indeducibili verrà dunque calcolata prendendo a riferimento l’irap pagata a saldo del periodo d’imposta 2011 e quella pagata in sede di primo e secondo acconto 2012.

La separazione nel modello Unico2013 delle due deduzioni irap non è un’esclusiva delle società di capitali. Anche nella dichiarazione delle persone fisiche esercenti attività d’impresa e delle società di persone ritroviamo la stessa separazione su due binari separati della deduzione forfettaria del 10% e di quella analitica sul costo del personale indeducibile.

Particolare invece la scelta di tenere separate le deduzioni adottata nell’ambito del reddito di lavoro autonomo, nel quale le stesse confluiscono nel rigo RE19, colonna 3 ma solo dopo essere state indicate separatamente nel campo 1 dello stesso rigo (il forfait del 10%) e nel campo 2 (quella sul personale dipendente).

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Con un’accelerazione tipica delle fasi critiche il sistema bancario sta ridefinendo la sua nuova g...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

«Siamo poco in ritardo » nella stesura del Recovery Plan italiano. Il premier Giuseppe Conte ammet...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Tre anni di pressoché continua crescita di dividendi globali andati in fumo in un colpo solo, in qu...

Oggi sulla stampa