Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Dai notai una guida sui diritti dei cittadini

Responsabilità civile, penale e disciplinare, obblighi informativi e di pubblicazione, diritti che è possibile attivare. Ieri mattina è stata presentata contemporaneamente in 26 città la “Carta dei diritti del cittadino nei rapporti con il notaio”, realizzata dal Consiglio nazionale del notariato con dieci associazioni di consumatori: Adiconsum, Adoc, Assoutenti, Casa del consumatore, Cittadinanzattiva, Confconsumatori, Federconsumatori, Movimento consumatori, Movimento difesa del cittadino e Unione nazionale consumatori. Una brochure e un poster serviranno a spiegare con parole semplici quali garanzie offre il notaio in fase di redazione dei suoi atti e quali diritti è possibile esercitare a propria tutela. Già da ieri sono stati distribuiti in tutti gli studi italiani. 
I notai sono i primi a lanciare un’iniziativa di questo tipo tra le professioni dell’area giuridico economica: servirà a ridurre il gap informativo che colpisce in particolare alcune categorie di cittadini. «La loro tutela – spiega Albino Farina, consigliere del Notariato con delega ai rapporti con le associazioni di consumatori – è al centro del nostro lavoro. Abbiamo pensato che fosse il caso di illustrare le garanzie dei notai in maniera estremamente semplice». Per Arrigo Roveda, presidente del Consiglio notarile di Milano, «nonostante gli sforzi continua ad esserci troppa poca conoscenza della complessa attività notarile e di tutte le utilità e certezze che il cittadino può ottenere, a costi pre-concordati, rivolgendosi a un notaio. Il notaio è un aiuto preparato e affidabile al fianco del cittadino in momenti importanti della sua vita». La carta, oltre che negli studi, sarà presente anche sul sito del Notariato. «Ci siamo chiesti – dice il presidente del Consiglio nazionale, Maurizio D’Errico – in che modo avremmo potuto aiutare i cittadini, modernizzando i nostri rapporti con loro. Adesso dobbiamo andare ancora oltre, arrivando sui loro smartphone e tablet. Dobbiamo pensare sempre di più alla nostra funzione sociale».
Il documento si concentra soprattutto su tre capitoli. Sul fronte delle garanzie, ricorda che il notaio si occupa di assicurare gli interessi di tutte le parti coinvolte, evidenziando eventuali squilibri contrattuali, accertando la volontà e l’identità delle persone e versando tutte le imposte. Il secondo capitolo è dedicato ai diritti. Si parte dal diritto di ottenere un preventivo di massima. Poi, è obbligo del notaio verificare la sussistenza di benefici fiscali ed effettuare i controlli presso i pubblici registri, assicurandosi che i beni siano trasferibili. Ancora, il professionista dovrà leggere integralmente l’atto alle parti ed effettuare la registrazione all’Agenzia delle Entrate.
Il terzo capitolo chiave, infine, è dedicato alla responsabilità del notaio. Quella penale, se commette dei reati: in questo caso è coperto da un fondo di garanzia disciplinato dalla legge. Quella civile, se il professionista causa danni alle parti per l’inadempimento dei suoi doveri: in questo caso c’è una polizza assicurativa collettiva nazionale. Infine, c’è la responsabilità disciplinare: oltre alle semplici ammende, le situazioni più gravi sono sanzionate con il divieto di esercizio della professione per un periodo di tempo o con la destituzione.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Primo giorno di lavoro in proprio per Francesco Canzonieri, che ha lasciato Mediobanca dopo cinque a...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

 Un passo indietro per non sottoscrivere un accordo irricevibile dai sindacati. Sarebbe questo l’...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Doveva essere una Waterloo e invece è stata una Caporetto. Dopo cinque anni di cause tra Mediaset e...

Oggi sulla stampa