Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Credit Suisse, accordo da 400 milioni per un contenzioso sui subprime Usa

Mutui americani ancora amari. Credit Suisse ha accettato di pagare 400 milioni di dollari per chiudere un altro contenzioso negli Usa sulla vendita di titoli ipotecari tossici. La National credit union administration (Ncua), che regola le casse di risparmio americane, accusava la banca svizzera di aver nascosto i rischi relativi a crediti subprime per un valore di 751 milioni di dollari, venduti a tre cooperative di credito tra il 2005 e il 2007. Il gruppo bancario rossocrociato non ha ammesso la colpevolezza durante i negoziati, ma ora si dice comunque soddisfatto di aver chiuso il caso. Lo stesso Credit Suisse aveva già versato 50,3 milioni di dollari alla Ncua nell’aprile 2016, per regolare un altro contenzioso. Senza contare poi la multa miliardaria già inflitta al Cs dal Dipartimento americano di Giustizia, per altre vicende collegate alla crisi dei mutui subprime. Azioni legali e contenziosi hanno d’altronde toccato altre grandi banche internazionali, tra cui JP Morgan, Hsbc, Deutsche Bank. E anche Ubs, l’altra grande banca elvetica, che tra l’altro ha accettato nei giorni scorsi di versare 445 milioni di dollari alla Ncua. L’onda dei subprime è molto lunga.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

La nuova autorità nasce il mese prossimo con l'obiettivo di colpire i traffici illeciti. Leggi ...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Alle imprese italiane che hanno fatto ricorso alle moratorie previste dall’articolo 56 del decret...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Una spinta, sia pure indiretta, a una più complessiva riforma della riscossione (cui peraltro il G...

Oggi sulla stampa