Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Corte costituzionale: ok al controllo giudiziario nelle srl

Apertura della Corte costituzionale al controllo giudiziario nelle srl dotate di collegio sindacale.

È quanto appare lecito ritenere a seguito della pronuncia (invero non particolarmente chiara) della Corte costituzionale n. 116 del 7 Maggio scorso.

La questione era stata sollevata dal Tribunale di Tivoli , il quale, ai sensi degli artt. 3 e 24 della Costituzione, poneva in dubbio la legittimità costituzionale degli artt. 2409 e 2476 c.c., nella parte in cui non consentono l’utilizzo dello strumento del controllo giudiziario ex art. 2409 c.c. nelle srl dotate di collegio sindacale, strumento invece reso disponibile dalla legge 91/81 nelle srl aventi a oggetto attività sportive. La Consulta pur dichiarando la questione di costituzionalità sollevata manifestamente inammissibile, esprime in motivazione ampie aperture sull’ammissibilità del controllo giudiziario nelle srl soprattutto alla luce del novellato comma 5° dell’art. 2477 c.c. (così come modificato dal dl 9/2/2012 n. 5, conv con legge 4/4/2012 n. 35)

L’argomento estremamente rilevante in ottica operativa, ha determinato nel decennio un ampio contrasto giurisprudenziale, ancora irrisolto.

La teoria del mancato potere di ricorrere al controllo giudiziario per i sindaci della srl. La prima teoria ricordata dalla Corte costituzionale e suffragata dalla sentenza n. 403/2010 della Cassazione propende per l’escludere il ricorso al controllo giudiziario da parte dei sindaci di srl. Tale posizione si fonda sulla esclusione del controllo giudiziario in tutte le srl in quanto in queste strutture societarie molto più penetrante risulta ai sensi dell’art. 2476, comma 2 il controllo diretto del socio. Qui infatti a differenza che nelle spa ogni socio potrebbe conseguire, in tempi rapidi, attraverso il procedimento cautelare, la revoca dell’amministratore. In virtù di ciò ben potrebbero i poteri dei sindaci risultare meno incisivi, tanto più che la loro presenza in tale tipologia societaria è solo eventuale.

La teoria della equiparazione fra srl e spa. La seconda teoria (ben rappresentata nelle motivazioni della Consulta) ritiene invece che negare ai sindaci il potere di intervenire attraverso lo strumento offerto dall’art. 2409 c.c. su atti di mala gestio degli amministratori significherebbe esporli a una responsabilità per fatto di terzi (l’amministratore) rispetto al quale l’organo di controllo non disporrebbe di alcun potere e, pertanto, ad una responsabilità che potrebbe addirittura considerarsi di natura oggettiva. D’altro canto, (con il mancato riconoscimento ad adire il controllo giudiziario ndr) risulterebbero_ compromessi i parametri della ragionevolezza e del diritto alla difesa, in quanto la possibilità di attivare il meccanismo del controllo da parte dei soci non rappresenterebbe una garanzia, né per la società né per i terzi, nelle ipotesi in cui i soci siano consenzienti rispetto alla scelta degli amministratori o siano essi stessi anche amministratori. Senza considerare che risulterebbe irragionevole il diverso regime stabilito per le srl sportive rispetto alle altre srl.

Conclusioni. Il giudice delle leggi conclude per l’inammissibilità della questione di legittimità costituzionale in merito alle norme del codice che, nelle srl, non consentirebbero il controllo giudiziario su istanza dei sindaci. Ma ciò , secondo la consulta in quanto il giudice remittente non ha tenuto conto nelle questioni di legittimità costituzionale del novellato comma 5° dell’art. 2477 c.c. (invero assoggettato a modifiche quasi esclusivamente formali ndr) secondo cui «nel caso di nomina di un organo di controllo, anche monocratico, si applicano le disposizioni sul collegio sindacale previste per le società per azioni». Il che apre decisamente la porta del controllo giudiziario ai sindaci (o al sindaco unico) nominato nelle srl.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

L’anno del Covid si porta via, oltre ai tanti morti, 150 miliardi di Pil. Ma oggi si può dire che...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Forte crescita dell’attività di private equity nei primi due mesi dell’anno. Secondo il dodices...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Goldman Sachs ha riavviato il suo trading desk di criptovalute e inizierà a trattare futures su bit...

Oggi sulla stampa