Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Corsa al microcredito garantito

È finalmente operativa la sezione del Fondo centrale di garanzia riservata alle operazioni di microcredito. A partire da ieri, collegandosi al sito internet www.fondidigaranzia.it, le imprese e i professionisti possono prenotare i fondi destinati a fornire garanzie per l’accensione di finanziamenti fino a 25 mila euro della durata di sette anni. Il Mediocredito centrale ha infatti pubblicato la propria circolare n° 8/2015 del 26 maggio 2015 con la quale ha dato il via alla presentazione telematica delle domande. Il Fondo mette in gioco ricorse per 40 milioni di euro, di cui circa 10 milioni derivanti dai versamenti effettuati dal gruppo parlamentare del Movimento 5 Stelle. Lo sportello di accesso rimarrà aperto fino a esaurimento dei fondi disponibili. Le imprese e i professionisti interessati devono registrarsi sul sito internet e prenotare la garanzia. Una volta registrata la prenotazione, gli interessati dovranno recarsi, entro 5 giorni lavorativi, presso un Istituto abilitato a svolgere operazioni di microcredito per presentare il proprio progetto e la relativa richiesta di finanziamento. Successivamente, dopo la conferma della garanzia ed entro 60 giorni, deve essere presentata la richiesta di ammissione alla garanzia da parte di un soggetto finanziatore abilitato a operare con il Fondo; considerato che non tutte le banche convenzionate sono disponibili a operare nel microcredito, è opportuno che l’impresa consulti preventivamente il soggetto finanziatore. L’operazione attua quanto previsto dai decreti del ministero dello sviluppo economico del 24 dicembre 2014 e del 18 marzo 2015 che hanno integrato le disposizioni operative del Fondo introducendo per la garanzia del microcredito.

Garanzia per imprese e professionisti. La garanzia è destinata a sostenere le imprese già costituite o i professionisti già titolari di partita Iva da non più di 5 anni. Entrambe i soggetti non possono avere più di 5 dipendenti, ovvero 10 nel caso di Società di persone, Srl semplificate, cooperative. L’attivo patrimoniale deve ammontare a un massimo di 300 mila euro, i ricavi lordi a un massimo di 200 mila euro e il livello di indebitamento a un massimo di 100 mila euro. Inoltre, i professionisti devono risultare iscritti agli ordini professionali o aderire alle associazioni professionali iscritte nell’elenco tenuto dal ministero dello sviluppo economico ai sensi della legge 4/2013.

Finanziamenti per investimenti e spese di gestione. I finanziamenti devono essere destinati all’acquisto di beni e servizi direttamente connessi all’attività svolta, al pagamento di retribuzioni di nuovi dipendenti o soci lavoratori e al sostenimento dei costi per corsi di formazione. I soggetti finanziatori dovranno inoltre erogare ai beneficiari dei servizi di assistenza al soggetto finanziato che potranno riguarda il supporto allo sviluppo della strategia di marketing e il supporto su temi legali, fiscali e amministrativi.

Finanziamento elevabile fino a 35 mila euro. I finanziamenti saranno erogati con una durata massima di 7 anni e il soggetto finanziatore non potrà richiedere garanzie reali. L’importo massimo concedibile ammonta a 25 mila euro per ciascun beneficiario. Questo limite può essere incrementato di 10 mila euro qualora il finanziamento preveda l’erogazione frazionata, subordinando i versamenti al pagamento puntuale di almeno le ultime sei rate pregresse e al raggiungimento di risultati intermedi stabiliti dal contratto.

Garanzia gratuita fino all’80%. La garanzia viene rilasciata a copertura dell’80% dell’importo del finanziamento. La concessione della garanzia è completamente gratuita, non comportando il pagamento di alcuna commissione al Fondo. Altro aspetto molto importante è che il Fondo interviene senza la valutazione economico-finanziaria del soggetto beneficiario finale. Quindi, ai fine dell’accesso alla garanzia, non è richiesta la presentazione al Fondo di alcun documento contabile né un business plan: il merito di credito dell’impresa o del professionista viene valutato dal soggetto finanziatore.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Non ha tempi, non ha luoghi, non ha obbligo di reperibilità: è lo smart working di ultima generazi...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

«Sono entusiasta di essere stato nominato ad di Unicredit, un’istituzione veramente paneuropea e ...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Il primo annuncio è arrivato all’ora di pranzo, quando John Elkann ha rivelato che la Ferrari pre...

Oggi sulla stampa