Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Corsa ai mutui, vendute il 12% delle case in più

Dopo sette anni di crisi, si rimette in moto il mercato immobiliare: nel 2014 le compravendite crescono dell’1,8% rispetto al 2013 e del 5,5% solo nell’ultimo trimestre dello scorso anno. Crescita a doppia cifra per gli acquisti degli immobili nelle grandi città: Bologna (+18,5%), Genova (+15%), Roma (+13,9%) e Firenze (+13,3%). 
La fotografia è dell’Osservatorio dell’Agenzia delle Entrate, secondo cui per il 40,6% dei casi l’acquirente si è rivolto a una banca. Sempre l’Agenzia delle Entrate ieri ha fornito il consuntivo 2014 delle entrate tributarie, che ammontano a 418.947 milioni di euro (424.633 milioni nel 2013), ma al netto dell’Ires la cifra è pari a 411.694 milioni: + 0,2% sul 2013. Stabile il gettito Irpef, in crescita quello di Iva (+1,9%) e giochi (+4,7%). Tra le altre imposte dirette, l’aumento dell’aliquota dal 20 al 26% dell’imposta sostitutiva sul risparmio gestito dal 1° luglio scorso fa incassare 400 milioni in più, più o meno quanto il maggior gettito derivante dalle ritenute sugli utili distribuiti dalle persone giuridiche, per effetto sia dell’incremento dei dividendi sia della nuova tassazione.
Tornando agli immobili, nel 2014 sono state acquistate 920.849 case (904.960 nel 2013). Il migliore risultato è del settore commerciale (+5,7%), seguito da quello residenziale e produttivo (+3,6%), mentre resta negativo il terziario (-4,6%).
L’analisi dei dati dell’ultimo trimestre 2014, confrontati con quelli dello stesso periodo del 2013, evidenzia un incremento tendenziale del mercato della casa pari al +7,1%, mentre quello dei negozi segna un +14,1% e il produttivo registra un +3,1%. Quasi stabile il terziario (+0,3).
Per quanto riguarda le compravendite nelle grandi città, in coda ala classifica Milano e Torino (rispettivamente +5% e +5,4%) e Palermo (+4%). Unico dato negativo viene da Napoli, che nel 2014 perde il 3,7%, ma il risultato è influenzato dal confronto con l’anno, il 2013, in cui è avvenuta la dismissione del patrimonio residenziale del Comune a favore degli inquilini. Nell’ultimo trimestre dell’anno è Roma a guidare la classifica delle compravendite con quasi il 20% di transazioni in più. Seguono Bologna (+18%), Napoli e Torino (+17,6), Firenze (+10,2), Milano (+3,2) e Palermo (+1,5).
L’Agenzia delle Entrate rivela inoltre che crescono nel 2014 gli acquisti di abitazioni con ricorso a un mutuo ipotecario (+12,7% rispetto al 2013). Capitale medio erogato: circa 119 mila euro, (-3 mila euro sul 2013).

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

«È cruciale evitare di ritirare le politiche di sostegno prematuramente, sia sul fronte monetario ...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Dopo aver fatto un po’ melina nella propria metà campo, il patron del gruppo Acs, nonché preside...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Una forte ripresa dell’economia tra giugno e luglio. È su questo che scommette il governo: uscire...

Oggi sulla stampa