Rassegna stampa per le imprese

Controlli fiscali con l’algoritmo

Controlli fiscali con l’intelligenza artificiale più vicini. Manca solo il via libera, l’ultimo, del garante privacy alla pseudo-anonimizzazione dei dati da parte dell’Agenzia delle entrate per il via libera a una nuova generazione di verifiche fiscali partendo da liste selettive meglio definite. E’ uno degli step indicati dalla presidenza del consiglio dei ministri nel documento di attuazione del Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr) approvato ieri in consiglio dei ministri.

Con giugno si taglia il traguardo dei 30 obiettivi raggiunti. “Fermi i 18 obiettivi già conseguiti”, si legge nel documento, “entro la prossima settimana saranno raggiunti 5 obiettivi del Ministero della Salute, 4 del Ministero della Cultura, 2 del Ministero dello Sviluppo Economico e 1 del Ministero dell’Istruzione, per un complessivo quindi di 30”. Tra i tasselli che con giugno vanno a comporre meglio il mosaico Pnrr il documento di Palazzo Chigi evidenzia: la nuova sanità territoriale. un impegno preso dal Pnrr non solo nei confronti di pazienti più bisognosi, spiega il documento, ma anche verso molte famiglie che al momento, in alcuni contesti territoriali, si trovano sole a gestire i problemi della cura dei più fragili. In particolare, con l’adozione del c.d. decreto 71 è definito il nuovo modello organizzativo e con la firma degli accordi tra il Ministero della salute e le regioni/province autonome sono approntati gli strumenti che definiscono i requisiti per la nuova assistenza, con la riorganizzazione della medicina territoriale in case della comunità (almeno 1.350), ospedali di comunità (almeno 400) e centrali operative territoriali (almeno 600). L’obiettivo al 2026 è di avere queste strutture interconnesse, tecnologicamente attrezzate, completamente operative e funzionanti. In questo ambito il traguardo del 2026 è fissato per gli strumenti di telemedicina che dovranno consentire di fornire assistenza ad almeno 800.000 persone di età maggiore di 65 anni in assistenza domiciliare. Arrivano inoltre risorse a 483 comuni per 1.784 opere di rigenerazione urbana e ad almeno 250 borghi risorse per un programma di sostegno allo sviluppo economico e sociale attraverso l’attrattività e il rilancio turistico; saranno stipulati, infine, 6 accordi per rafforzare la valorizzazione turistica e culturale di Roma Caput Mundi. Un passaggio è dedicato all’approvazione della legge delega in materia di appalti pubblici: Tra i principali obiettivi associati alla riforma, quello della riduzione dei tempi della fase di aggiudicazione degli appalti, nonché quello della digitalizzazione, qualificazione e riduzione delle stazioni appaltanti (che ad oggi ammontano a circa 40 mila). Nell’agenda del Pnrr per dicembre sono evidenziati l’approvazione della legge delega di riforma tributaria e l’approvazione delle norme sulla concorrenza che ieri ha incassato il primo via libera dalla commissione industria del senato (si veda altro articolo a pagina 33). Per quanto riguarda il ministero dell’economia e il contrasto all’evasione, il piano evidenzia dunque che “per completare la riforma dell’amministrazione fiscale, oltre agli obiettivi già raggiunti, è stato trasmesso al Garante per la privacy lo schema di decreto ministeriale recante le procedure per la pseudo-anonimizzazione dei dati da parte dell’Agenzia delle entrate, ai fini dell’acquisizione del relativo parere”.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Rassegna stampa per le imprese

Prima un nuovo aiuto per le famiglie, poi toccherà alle imprese. La tempesta sui prezzi dell’ene...

Rassegna stampa per le imprese

Rassegna stampa per le imprese

Se da una parte gli effetti della pandemia fanno meno paura, a preoccupare le imprese europee è l...

Rassegna stampa per le imprese

Rassegna stampa per le imprese

Marche, via a bandi anti fragilità per rafforzare micro imprese e PmiFondi per 8 milioni per «fil...

Rassegna stampa per le imprese