Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Contratti di rete senza il notaio

A disposizione delle imprese il modello standard tipizzato (con le relative istruzioni) dei contratti di rete da inviare al registro imprese senza l’ausilio del notaio. Il modello può essere compilato e presentato da ciascun imprenditore o dal legale rappresentante al registro delle imprese attraverso la procedura telematica resa disponibile nell’apposita area web dedicata del sito «www.registroimprese.it» previa sottoscrizione con firma digitale. In alternativa all’invio telematico, il modello tipizzato può essere presentato su supporto informatico. Il modello firmato digitalmente deve essere trasmesso al registro delle imprese con comunicazione unica, solo dopo essere stato registrato all’Agenzia delle entrate. Nella modulistica da inviare al registro delle imprese, il modello standard tipizzato deve essere indicato come documento codice «B07» e descrizione «atto XML». È con la circolare dell’8 gennaio 2015 n. 3676/ C che il ministero dello sviluppo economico detta le istruzioni per l’invio del modello standard al registro delle imprese. Tramite le due procedure telematiche vanno allegati al modello e trasmessi al registro delle imprese i documenti informatici o le copie informatiche, anche per immagine, privi di elementi attivi in conformità alle specifiche tecniche predisposte da Infocamere e approvate con decreto del ministero dello sviluppo economico del 7 gennaio 2015. La legge 134/2012, ha modificato il comma 4-ter dell’art. 3 del dl n. 5/2009, prevedendo che, ai fini degli adempimenti pubblicitari, il contratto deve essere redatto per atto pubblico o per scrittura privata autenticata, ovvero per atto firmato digitalmente a norma degli articoli 24 o 25 del codice dell’amministrazione digitale da ciascun imprenditore o legale rappresentante delle imprese aderenti, trasmesso ai competenti uffici del registro delle imprese attraverso il modello standard.

Registrazione fiscale. Attualmente non sarà disponibile una procedura telematica per la registrazione fiscale dei contratti di rete. Gli stessi, potranno essere registrati presso gli sportelli delle Agenzie delle entrate competenti, secondo modalità che dovrebbero essere contenute in una prossima nota delle entrate.

Cinque sezioni. Il modello è suddiviso in cinque sezioni. La prima contiene le informazioni generali relative al contratto di rete (data di costituzione del contratto, imprese partecipanti, oggetto del programma di rete, modalità di realizzazione, obiettivi strategici e modalità di eventuali successive adesioni al contratto), la seconda è dedicata all’organo comune (caratteristiche e composizione componenti, poteri di gestione e di rappresentanza, modalità decisionali, regole per la sostituzione dei componenti), nella terza trova spazio il fondo patrimoniale (eventuale presenza di un fondo comune, ammontare, regole di gestione). Poi abbiamo una quarta sezione «impegno alla registrazione» la quale deve essere compilata con i dati della persona che si impegna a effettuare la registrazione fiscale del modello di rete. Infine abbiamo la sezione allegati e invio comprensiva di eventuali documenti da allegare, apposizione firma digitale, comunicazione unica al registro imprese.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

La Francia continua a essere apripista per il riconoscimento economico dei contenuti di informazione...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Si avvicina il giorno in cui Monte dei Paschi dovrà dire alla vigilanza di Francoforte e al mercato...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

«Sul Recovery Plan non esiste un caso Italia, ma un’interlocuzione molto positiva con la Commissi...

Oggi sulla stampa