Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Conti Eni, effetto pandemia. «Ma il gruppo resiste bene»

«In un contesto di mercato che rimane molto difficile, stiamo contenendo con successo gli impatti negativi della crisi e progredendo nella nostra strategia di decarbonizzazione». L’amministratore delegato dell’Eni, Claudio Descalzi, mostra fiducia malgrado la tempesta che dalla scorsa primavera ha investito il mondo oil&gas e che, nel solo terzo trimestre, ha causato un calo del 30% dei prezzi e addirittura del 90% del margine di raffinazione. La perdita di 500 milioni di periodo è resa meno amara dal raggiungimento di un margine lordo del comparto esplorazione e produzione (E&p) di 520 milioni, pur con un prezzo del petrolio di 43 dollari al barile. Il risultato – ha sottolineato Descalzi — è inoltre superiore al consenso del mercato, che si aspettava una performance più opaca. Certo, le difficoltà rimangono — e i timori di nuovi lockdown che ieri hanno affondato le Borse non possono essere sottovalutati – ma «stiamo lavorando per mettere in atto una protezione ancora più forte del gruppo, con soluzioni che vanno anche al di là di quanto già fatto finora». A questo proposito — ha spiegato il neo chief financial officer Francesco Gattei agli analisti — il gruppo sta valutando la cessione di asset per circa un miliardo di euro nel 2020 mentre altre opportunità simili potrebbero essere annunciate per il 2021. Da ricordare che ogni movimento del brent di un dollaro incide sui flussi di cassa dell’Eni per 170 milioni di dollari.

Gattei ha anche assicurato che l’Eni continua «a lavorare sulla politica dei dividendi, per assicurare la retribuzione annunciata alla comunità finanziaria». A luglio l’Eni ha promesso un dividendo di 0,36 euro per azione commisurato ad una media del brent di 45 dollari, e una componente variabile al crescere del prezzo fino a 60 dollari, oltre il quale ripartirà il buy-back.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Cdp ha appena celebrato il più grande matrimonio del 2020, quello che ha portato alle nozze Sia (4,...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Era nell’aria, adesso c’è la conferma ufficiale: l’Opa del Crédit Agricole Italia è «inatt...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Iccrea esce dal capitale di Satispay ma non abbandona il fintech. L'operazione, anzi, ha l'obiettivo...

Oggi sulla stampa