Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Conti correnti formato partita Iva

Non solo conti correnti per privati e aziende: negli ultimi anni gli istituti di credito hanno messo a punto un’ampia gamma di prodotti studiati per assecondare le esigenze dei liberi professionisti e agevolare le operazioni di incasso e pagamento legate al lavoro in proprio. Ecco le proposte delle principali banche italiane.

I requisiti da monitorare. In linea generale, l’offerta riservata ai liberi professionisti si articola in un conto corrente package, cioè in una formula che prevede, a fronte del pagamento di un canone mensile, di poter usufruire di servizi bancari e non bancari a condizioni agevolate. Il pacchetto è in genere predisposto per il pagamento di F24 e bonifici a costo zero tramite il servizio di banca multicanale, prevede operatività illimitata e agevolazioni sui servizi Pos, mentre il canone è spesso azzerabile in funzione del saldo medio sul conto. Nel momento in cui ci si accinge a scegliere è, inoltre, consigliabile che il pacchetto prescelto presenti le seguenti caratteristiche: possibilità di operare bonifici online in Italia e all’estero; servizio gratuito di pagamento delle utenze, bollettini e imposte; bancomat, carta di credito classica o ricaricabile e libretto assegni con invio gratuito e zero spese di gestione, prelievi illimitati e gratuiti e notifica delle operazioni via e-mail; infine, la possibilità di tenere sempre sotto controllo la gestione del conto (saldo e dettaglio dei movimenti in tempo reale, sistemi di alert via e-mail su ogni accesso al conto anche con carte di credito, archivio storico dei pagamenti con bonifico, carta di credito e assegno, riepilogo delle utenze domiciliate in conto).

Le proposte delle banche. Imprendo Professional è la formula offerta da Unicredit ai liberi professionisti interessati ai servizi online che al costo di 144 euro annui (addebito mensile 12 euro) permette di pagare F24, effettuare bonifici in Italia a costo zero e consultare i movimenti del conto direttamente dallo studio o da casa. L’importo del canone mensile viene riaccreditato dalla banca se il saldo contabile medio del conto nel mese di riferimento risulta superiore a 50 mila euro. Il canone comprende, inoltre, la domiciliazione delle utenze a costo zero. Intesa Sanpaolo propone, invece, il Conto Business Insieme, soluzione modulare pensata per i piccoli operatori economici, per le piccole imprese e per i professionisti, che permette ai clienti di scegliere liberamente i prodotti e servizi più adatti alle proprie esigenze attraverso la configurazione di un’offerta personalizzata. La formula permette, infatti, di scegliere tra quattro diverse opzioni: Canone Insieme 10 (dieci euro al mese e 30 operazioni trimestrali); Canone Insieme 20 (20 euro al mese e 60 operazioni trimestrali); Canone Insieme Illimitato (30 euro al mese e un numero illimitato di operazioni); infine, Canone Insieme Web, dedicato ai clienti che operano principalmente su canali remoti (3 euro al mese per un numero illimitato di operazioni), permette anche l’applicazione di una commissione aggiuntiva di 4 euro per l’operatività in filiale (esclusi i versamenti). I principali servizi compresi nel canone delle quattro soluzioni sono: carta bancomat per acquisti in Italia e all’estero, servizi via internet, cellulare e telefono, servizio di cassa continua, per depositare anche al di fuori degli orari di apertura della filiale, domiciliazione delle utenze. L’offerta prevede, inoltre, che all’aumentare del numero di prodotti venga ridotto il canone del conto corrente. In particolare, il possesso di tre prodotti permette di ottenere il 25% di sconto sul canone del conto; lo sconto è del 50% per cinque prodotti; il 100% di sconto è, infine, riconosciuto a chi possiede più di cinque prodotti.

Monte dei Paschi di Siena propone, invece, Conto Italiano Professionisti, formula dedicata ai liberi professionisti, disponibile in due versioni: Base per esigenze medio/basse di utilizzo del conto (canone mensile 8 euro, 100 operazioni annue comprese, le successive a 1 euro) e Plus per tutti coloro che lo utilizzano in maniera elevata (canone mensile 35 euro e operazioni illimitate). La prima comprende, tra le altre, la domiciliazione delle utenze, carta di credito business, servizio multicanalità integrata e agevolazioni su finanziamenti leasing e factoring. La versione Plus, invece, include, la domiciliazione delle utenze, carta di credito business, una polizza legata al conto corrente, servizio multicanalità integrata, sconti e agevolazioni su finanziamenti leasing e factoring.

Si chiama, invece, Conto NonSoloTre Business la soluzione proposta da Credem per chi ha la partita Iva. Il pacchetto presenta un canone annuo di 168 euro, con addebito mensile di 14 euro e 240 operazioni incluse all’anno. Il conto offre il 3% di interesse per un anno, senza spese. Barclays propone, invece, Conto Barclays Business Professional con canone di 10 euro al mese e un numero di operazioni illimitate incluse, sia online che in filiale. Il pacchetto include anche un carnet assegni. Conto Attività Formula Business è, infine, la proposta di Banca Sella rivolta a professionisti, studi professionali e imprese a un canone mensile di 43,42 euro (addebito trimestrale). La formula include, tra le altre, operazioni illimitate, spese invio estratto conto movimenti con periodicità a scelta e prelievi bancomat illimitati presso tutti gli sportelli delle banche del gruppo.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Meno vincoli della privacy per l’utilizzo delle nuove tecnologie in chiave antievasione. La deleg...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Il green pass diventa obbligatorio per quasi 20 milioni di lavoratori. Da metà ottobre per acceder...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Ha preso il via il digital tour di Imprese vincenti 2021, il programma di Intesa Sanpaolo per la va...

Oggi sulla stampa