Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Conte e Gentiloni tra i banchieri per la nuova Ue

Relatori e pubblico delle grandi occasioni oggi e domani per la sesta edizione del Rome Investment Forum organizzato dalla Febaf, alle Scuderie di Palazzo Altieri, il centro congressi restaurato da Gae Aulenti all’interno dello splendido palazzo seicentesco. Si alterneranno al palco politici, banchieri, assicuratori, regolatori e accademici da tutt’Europa. All’invito del presidente Luigi Abete hanno risposto, in un momento caldissimo nei rapporti con l’Europa e all’avvio della una nuova eurolegislatura che potrebbe disegnare gli assetti dell’Unione futura, tra gli altri, il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, il neocommissario Paolo Gentiloni, il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri, il vicepresidente del Parlamento europeo, Fabio Massimo Castaldo. Giocherà «in casa» domani il presidente dell’Abi, Antonio Patuelli, in un panel con Maria Bianca Farina, presidente di Ania e Vincenzo Boccia, numero uno di Confindustria. Scorrendo tra gli oltre ottanta relatori, moltissimi arrivano dall’estero per l’occasione, come Michael Cole-Fontayn (Chairman di Afme, Association for Financial Markets in Europe), Sonia Gibbs (Iif), David Wright (Eurofi), Verena Ross di Esma.

Il Professore da Bombassei
In estate, a ridosso della visita in Italia di Xi Jinping l’ospite d’onore era stato il premier Conte, domani per la XIV edizione dei China Awards della Fondazione Italia Cina e da Milano Finanza tocca a Romano Prodi. Il Professore, grande esperto delle dinamiche e della tumultuosa economia dell’Impero di mezzo sarà la guest star dell’iniziativa al Museo della Scienza e Tecnologia di Milano. Saranno consegnati premi alle aziende e alle personalità che meglio hanno colto le opportunità di interscambio tra Italia e Cina, per dare visibilità ai casi di successo, più o meno noti al grande pubblico. Quest’anno sono anche previsti premi speciali, tra cui quello dedicato alla China International Import Expo di Shanghai, la cui seconda edizione ha riscosso un grande successo a livello internazionale. Tra i premiati Marco Tronchetti Provera, per il suo ruolo imprenditoriale. Ospiti del presidente della Fondazione, Alberto Bombassei e del direttore Vincenzo Petrone, tra gli altri, l’ambasciatore Li Junhua, il sottosegretario agli Esteri Ivan Scalfarotto e Diana Bracco. Sono attesi circa 300 imprenditori e industriali.

La consapevolezza di Branca
Yoga e Fernet, economia e spiritualità, meditazione e strategie. Ci si può giocare finché si vuole, ma per Niccolò Branca ci vuole un’anima anche per fare business (non solo governi). Lui è il presidente della Fratelli Branca Distillerie, storica azienda milanese, che alla città ha regalato nel 2002 il restauro della famosa Torre di Gio Ponti ed è una di quelle figure di imprenditori-filosofi o imprenditori-visionari, assai frequenti nella galleria dei ritratti del made in Italy e quasi sempre molto interessanti. Diversi hanno anticipato l’età dell’economia circolare. Domani Branca presenta la sua ultima fatica letteraria, «Economia della Consapevolezza», al Franco Parenti di Milano. Come altre volte prosegue il dialogo con Marco Zapparoli, l’editore di Marcos Y Marcos.

Manager alla francese
Nonostante qualche scorribanda e una stagione di ruvidi contrasti, tra Italia e Francia business e politica sembrano aver trovato finalmente un percorso parallelo. Certo, è soprattutto Parigi a dominare, prova ne è, se servisse, l’ambizione di Kering su Moncler. E proprio adesso Denis Delespaul, presidente della Camera di Commercio Francia-Italia e numero uno di Bnp Paribas Lease, ha deciso di rilanciare. La “Chambre” ha creato il Club della Csr (corporate social responsability) e lunedì sera Delespaul presenterà agli associati le linee guida del «manifesto» per un sviluppo del business etico e responsabile all’Osteria del Treno di Milano, dove troverà tra gli altri Marcel Patrignani, presidente e ceo di Altran, Stefan Vanovermeir, general manager di Air France, Didier Bonnin, ceo di Roveda e direttore generale delle Manufactures de Mode Italie, Stefano Risorto, managing director di Roveda, Paolo Mamo, presidente e ceo di Altavia, Graziella Gavezotti, presidente di Edenred e Filippo Redaelli, ceo di Total Italia.

Equita per Brera
Il modello è alto, la Royal academy of Arts di Londra che da anni, come altre istituzioni culturali internazionali, pubblica una rivista con contenuti utili per una panoramica sui principali eventi cittadini, musei e gallerie. Per arricchire la partnership con la Pinacoteca di Brera Andrea Vismara, amministratore delegato di Equita Group ha scelto proprio un’iniziativa di sapore e respiro internazionale analogo. E così lunedì prossimo, nella sala Maria Teresa della Biblioteca Braidense, il vertice di Equita terrà a battesimo «Brera|Z» il nuovo prodotto editoriale realizzato con Domus. Al tavolo, oltre a Vismara, esperti e rappresentanti delle istituzioni. Tra gli altri Filippo Del Corno, assessore alla Cultura di Milano, Walter Mariotti, direttore editoriale di Domus, il direttore della Pinacoteca, James Bradburne e il vicedirettore dell’Accademia di Brera, Maria Cristina Galli.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Un voluminoso dossier, quasi 100 pagine, per l’offerta sull’88% di Aspi. Il documento verrà ana...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

La ripresa dell’economia americana è così vigorosa che resuscita una paura quasi dimenticata: l...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Ancora prima che l’offerta di Cdp e dei fondi per l’88% di Autostrade per l’Italia arrivi sul ...

Oggi sulla stampa