Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Consob, sanzioni triplicate nel 2013

È cresciuta l’attività ispettiva, è aumentata la vigilanza e sono triplicate le sanzioni. I primi numeri sull’operatività di Consob nel 2013, contenuti nella newsletter pubblicata ieri, sembrano tratteggiare una Commissione più incisiva rispetto al passato, certamente più presente. Soprattutto quando si tratta di sollecitare informazioni da trasmettere all’Autorità o da diffondere sul mercato.
Basti pensare che lo scorso anno le richieste di informazioni da fornire a Piazza Affari (ex articolo 114 del Tuf) sono state 202 (119 nel 2012) su circa 250 giorni di Borsa aperta, mentre le domande di informazioni da fornire alla Consob (ex articolo 115 del Tuf) sono state 698 (529 nel 2012). A questo si sommano le 36 ispezioni concluse (31 nel 2012) e le 31 avviate (36 nel 2012). In questo ambito, peraltro, un esempio chiave può essere rappresentato dalla vicenda Camfin che ha imposto sette ispezioni in sette differenti società, tutte fatte contemporaneamente. In aggiunta i siti Internet oggetto di accertamenti per abusivismo sono stati 433 (255 nel 2012). Quanto alle sanzioni, l’importo complessivo è balzato a 32,6 milioni (9,26 milioni nel 2012), mentre i provvedimenti interdittivi nei confronti di persone fisiche sono stati 20 (14 nel 2012). C’è da dire che la vicenda Ligresti ha certamente giocato un ruolo fondamentale nell’ascesa della cifra. È utile infatti ricordare che il 5 aprile scorso Consob ha chiesto a Salvatore Ligresti, Giancarlo De Filippo e Niccolò Lucchini, ben 11,3 milioni. A dicembre, poi, la Commissione ha deliberato sanzioni amministrative per 4 milioni di euro agli ex collegi sindacali di Fondiaria Sai e Milano Assicurazioni. Insomma, a conti fatti, quasi la metà dell’importo complessivo delle sanzioni sono riconducibili alla vicenda Ligresti.
Detto ciò, più nel dettaglio, i provvedimenti nei confronti di intermediari finanziari sono stati 14 (7 nel 2012), per un valore di multe irrogate di 2,3 milioni (1,47 nel 2012) mentre i procedimenti conclusi sono stati 142 (172 nel 2012). I provvedimenti sanzionatori per abusi di mercato sono arrivati a quota 14 (11 nel 2012) mentre il valore dei beni confiscati è sceso a 1,8 milioni (5,89 milioni nel 2012). Infine, i provvedimenti sanzionatori nei confronti dei promotori finanziari sono stati 63 (85 nel 2012).
Tutto questo, si fa notare in Commissione, è stato fatto tenendo sott’occhio le spese. Nel 2011 è stata avviato un processo di spending review che ha avuto i suoi primi effetti nel 2012, ha permesso di registrare un ulteriore risparmio di costi nel 2013 e promette una nuova sforbiciata nel 2014. In particolare, la Commissione ha approvato il bilancio di previsione dell’Istituto che stima un calo della spesa di 0,89 milioni rispetto ai 121,19 milioni del 2013. In termini percentuali l’abbattimento dei costi ammonta allo 0,7% (-3,4% nel 2013 sul 2012). La contrazione è in linea con i programmi di razionalizzazione già effettuati nell’ultimo biennio, che aveva portato ad una riduzione della spesa programmata per il 2013 di 4,03 milioni rispetto al 2012 e ad una discesa di 6,53 milioni per il 2012 rispetto al 2011. Complessivamente il bilancio di previsione per il 2014 evidenzia rispetto al 2011 una diminuzione delle uscite di 11,45 milioni (-8,6%).
A ciò fanno da contraltare le entrate contributive, che, per effetto del definitivo azzeramento del contributo dello Stato, ormai sono ad appannaggio esclusivo del mercato. In ragione di ciò il gettito previsto dal regime contributivo per il 2014 passa dai 99,16 milioni del 2013 ai 101,33 milioni previsti per il 2014.
Infine, per fare un ultimo bilancio dell’attività di Consob, la Commissione nel 2013 si è riunita 107 volte (103 nel 2012) ed ha assunto 319 delibere formali (377 nel 2012).

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Vasto entusiasmo ha suscitato la recente pronunzia della Corte di Giustia Ue, con la conferma del gi...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Ha scelto la giornata delle donne Mario Draghi per il suo secondo discorso pubblico da presidente de...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Le obbligazioni assunte nell’esercizio dell’attività d’impresa o professionale, per «nozione...

Oggi sulla stampa