Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Confische, competente giudice dell’esecuzione

Nel caso di esecuzione di un provvedimento di confisca ad esser competente è sempre il giudice dell’esecuzione. La Corte di cassazione con la sentenza n. 10628/2019, individua il principio per il quale compete al solo giudice dell’ esecuzione, l’opposizione l’esame delle eventuali questioni, insorte nel corso dell ‘applicazione di un provvedimento di confisca per equivalente. Il tribunale, rigettava la richiesta della curatela fallimentare avente ad oggetto la revoca di un provvedimento di confisca, emesso a seguito del reato di omesso versamento dell’imposta Iva, da parte del legale rappresentante della persona giuridica.Deduceva, il legale, con appositi motivi di ricorso l’evidente illegittimità della decisione di merito, rappresentando, in particolare nella propria tesi difensiva, come parte dei beni oggetto della confisca non poteva essere considerata profitto del reato posto, che essa era stato acquistato antecedentemente alla commissione del reato, non solo ma ulteriori profili di illegittimità della decisione venivano rilevati dalla qualità di terzo estraneo della curatela fallimentare. Gli ermellini risolvono la questione qualificando il ricorso per Cassazione come opposizione e conseguentemente trasmettendolo al giudice ritenuto effettivamente competente. La motivazione parte dall’esame della normativa, prevista da parte del codice di procedura penale. In particolare l’art. 676 del cpp prevede che le questioni relativa all’esecuzione di un provvedimento debbano essere risolte con apposita ordinanza emessa anche senza formalità, la normativa prosegue con l’art 677 del cpp quarto comma il quale prevede che l’eventuale gravame nei confronti del precedente provvedimento, debba essere proposto ricorso nei confronti dello stesso giudice che ha provveduto alla sua emissione. La soluzione della questione al caso concreto, si basa pertanto sulle predette norme. I giudici qualificano il ricorso come atto d’opposizione, e in virtù del principio di conservazione dei mezzi d’impugnazione provvedono alla trasmissione ad altro giudice.

Andrea Magagnoli

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Torna l’incubo della crescita sotto zero, con l’Europa che teme di impiantarsi nuovamente nel qu...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Il chief executive officer uscente di Ubs, il ticinese Sergio Ermotti, saluta la banca con cifre del...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Le quotazioni di Borsa di Mediobanca a ottobre si sono attestate a 6,88 euro di media con scambi gio...

Oggi sulla stampa