Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Confcommercio, consumi in calo: -10,8% nel 2020

Ancora un tonfo. Il calo dei consumi è peggiore del previsto e prosegue anche nel mese di dicembre con una flessione dell’11% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente (vale ricordare che a novembre la frenata è stata del 16%). Gli effetti della pandemia e delle chiusure imposte dal governo nel periodo conclusivo dello scorso anno sono misurati dall’analisi dell’ufficio studi di Confcommercio, che per il 2020 stima in via definitiva una perdita di ricchezza di 9 punti percentuali per l’economia italiana e un calo complessivo effettivo dei consumi del -10,8%. Ma a inquietare è l’avvio del 2021, la scommessa su un rimbalzo del sistema produttivo e dei consumi appare secondo Confcommercio un azzardo, tanto da mettere in discussione la previsione del governo che indica una crescita del Pil pari al 6%. Le stime della Confederazione presieduta da Carlo Sangalli indicano che il mese di gennaio registrerà un calo congiunturale del Pil dello 0,8%, una flessione che si tradurrebbe su base tendenziale in un -10,7% rispetto al mese di gennaio 2020. Un quadro allarmante che spinge Sangalli a dire: «Il 2021 inizia più in salita del previsto: ancora emergenza Covid, dati sui consumi in calo e Pil in forte riduzione. Difficile – sottolinea – immaginare il rimbalzo previsto dal governo. Una situazione gravissima che rischia di peggiorare con la crisi politica in atto». E la constatazione di uno scenario condizionato dall’incertezza, la stessa che nello scorso mese di dicembre ha fiaccato la «voglia» di consumare delle famiglie, lascia poco spazio all’ottimismo. «La collocazione temporale della ripresa economica, diventa un esercizio di speranza più che di proiezione. Pure immaginando – osserva Confcommercio – una ripresa nella tarda primavera di fatto le restrizioni all’attività produttiva si protrarranno ancora a lungo».

Print Friendly, PDF & Email

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

La Bce si libera le mani per tenere i tassi ai minimi ancora a lungo, nella sfida decennale per cen...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Vivendi fa un passo indietro in Mediaset, e Fininvest uno in avanti nel capitale di Cologno monzese...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

La riforma fiscale partirà con il taglio del cuneo, cioè la differenza tra il costo del lavoro e ...

Oggi sulla stampa