Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Compensazioni più alte

Agevolazioni per le giovani coppie per l’acquisto della prima casa, taglio alle bollette delle imprese e ai costi fissi fiscali, moratorie per mutui e finanziamenti fino al 31 dicembre, limite alle compensazioni di imposta portato a 3 mln di euro (attualmente è fermo a 700 mila euro) e nuove sospensioni di imposta. Le misure troveranno posto nel decreto sostegni bis in fase di scrittura. Sono queste alcune tracce di lavoro indicate nella bozza del documento di economia e finanza, esaminato ieri dal consiglio dei ministri i cui contenuti ItaliaOggi è in grado di anticipare. Il consiglio dei ministri ha poi approvato lo scostamento da 40 mld che andrà a costituire la base finanziaria per il nuovo decreto Sostegni. E dell’impianto del decreto Sostegni anticipa i contenuti lo stesso Documento di economia e finanzia.

«I sostegni ai titolari di partita Iva e alle imprese impattate dalla crisi» si legge nel documento, «rappresentano più della metà degli impieghi previsti del 2021». Il documento conferma che nel decreto Sostegni ci saranno interventi sui costi fissi delle imprese, anche dal punto di vista fiscale, come Irap e tasse locali (Tosap e Cosap per i pubblici esercizi, Imu per determinate categorie di imprese): «Saranno inoltre adottate misure per aiutare le imprese a coprire parte dei costi fissi, sia con sgravi di imposta che con la copertura della quota fissa delle bollette e di parte dei canoni di locazione tramite i crediti di imposta».

Nel documento c’è anche l’impegno a rinviare fino al 31 dicembre la garanzia dello stato sui prestiti. Rinvio senza data ancora per la moratoria dei crediti.

Per quanto riguarda il calendario fiscale, il documento anticipa che «saranno reintrodotti rinvii ed esenzioni d’imposta già attuati con i precedenti provvedimenti nel corso del 2020». Inoltre si stabilisce anche l’innalzamento dei limiti alle compensazioni di imposta dagli attuali a 700 mila fino a 3 mln di euro.

Nel decreto Sostegni bis sarà prevista una proroga per le indennità dei lavoratori stagionali e come incentivo ai giovani sarà introdotto uno sgravio fiscale per l’accensione del mutuo prima casa.

Per quanto riguarda gli enti locali, nel documento, si indica che saranno previste risorse aggiuntive per poter mantenere anche sgravi fiscali come la sospensione dell’imposta di soggiorno.

Agenzia delle entrate, recupero a 12,7 mld, nel 2020. Nel Def si certifica anche l’anomalo anno per quanto riguarda il recupero dell’evasione. L’Agenzia delle entrate è riuscita a riportare a tassazione 12,7 mld nel 2020, una flessione rispetto ai numeri degli anni precedenti giustificata dalla crisi pandemica in corso e dalle misure di congelamento dell’attività di accertamento fiscale. « I risultati del 2020», scrivono i tecnici del ministero dell’economia, «non confrontabili con quelli 2019, sono condizionati dagli effetti degli interventi normativi adottati nel corso dell’anno dal legislatore.

Nelle strategie di contrasto all’evasione si continua a evidenziare che questo obiettivo sarà perseguito: «agevolando, estendendo e potenziando i pagamenti elettronici e riducendo drasticamente il costo delle transazioni cashless».

Riforma fiscale, si guarda alla tassazione delle multinazionali. Il ministro dell’economia, Daniele Franco nella sua introduzione al Def evidenzia che: «La riforma fiscale da definire nella seconda metà del 2021affronterà il complesso del prelievo a partire dall’imposizione personale, sarà collegata agli sviluppi a livello europeo e globale sui temi quali le imposte ambientali e la tassazione delle multinazionali. Saranno inoltre riformati i meccanismi della riscossione».

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Vietato giocarsi il futuro del Paese, usando la giustizia come pericoloso terreno di conflitto. O pr...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

C’è una gag, in vita Arenula. La riforma del processo civile, la più importante di tutte perché...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Da quando ha messo piede in via Arenula il 13 febbraio la giurista Marta Cartabia ha perseguito un o...

Oggi sulla stampa