Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Compagnia San Paolo vende lo 0,95% di Intesa

Parte ufficialmente l’alleggerimento della quota di Intesa Sanpaolo a carico della Compagnia, primo azionista della banca costretto a smobilizzare parte della quota per rispettare il protocollo Acri-Mef.
Con un collocamento gestito da Goldman Sachs, la Fondazione ha venduto lo 0,95% del capitale, portandosi così intorno all’8,2%. Ieri il titolo della banca guidata da Carlo Messina ha chiuso in calo dello 0,61% a quota a 2,91 euro; a fine settembre il titolo aveva sfiorato i 3 euro, poi la nuova stretta annunciata dalla Bce sugli Npl ha innescato le vendite sui bancari, che hanno penalizzato anche Ca’ de Sass. Tuttavia il titolo resta vicino ai massimi da inizio 2016, e così l’ente – che lo ha in carico intorno a quota 2,2 euro – ne ha approfittato per vendere: l’incasso dovrebbe essere stato intorno ai 450 milioni, di cui più di 100 di plusvalenza.
Per rispettare il protocollo Acri-Mef, in base al quale le Fondazioni entro aprile 2018 non devono veder concentrato più del 33% del patrimonio in un solo asset, l’ente torinese dovrà assottigliare ulteriormente la quota di un altro 2-3%, così come Fondazione CariPadova (seppur in misura inferiore).

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

«La priorità oggi è la definizione di un piano concreto e coraggioso per fruire dei fondi dedicat...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Sempre più al centro degli interessi della politica, ora la Banca Popolare di Bari finisce uf...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Il post-Covid come uno spartiacque. Le aspettative dei 340 investitori che hanno partecipato alla di...

Oggi sulla stampa