Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

E-commerce, effetto pandemia

L’e-commerce va alla grande. E durante la pandemia del coronavirus, che ha colpito a morte la maggior parte dei settori economici e produttivi, ha fatto segnare ricavi record. Sino a stabilire in un mese la crescita di un decennio.

L’exploit non ha riguardato solo i colossi come Amazon. Anche le piattaforme meno note, nel periodo di lockdown, hanno aumentato il fatturato in maniera esponenziale. In vari comparti. Secondo Giancarlo Moretti Polegato, presidente di Villa Sandi, marchio top delle colline del Prosecco, con l’emergenza legata al Covid-19 gli italiani hanno scoperto «il vero valore dell’e-commerce».

Per Netcomm, il consorzio del commercio digitale, le società che operano nel mondo delle vendite online hanno registrato un aumento di oltre 1,3 milioni di nuovi consumatori in un mese. Un dato che testimonia come lo shopping sul web abbia rappresentato un metodo efficace per rilanciare le attività durante il lockdown.

Gli esempi sono diversi. In Veneto l’agenzia padovana E-commerce Top, sino a maggio, ha registrato un incremento del fatturato del 30%. Ricavi che hanno portato all’aumento del personale, con due dipendenti che si sono aggiunti ai cinque già operativi da remoto.

«In questo periodo di pandemia la nostra attività non si è mai fermata e i numeri sono stati davvero sorprendenti», ha spietato l’amministratore delegato della società veneta, Giuseppe Filippone. «Attenzione però a non sottovalutare l’impegno: fare e-commerce in Italia non è per nulla semplice. La maggior parte delle aziende chiude per mancanza di strategia o, peggio, perché si affida a professionisti mediocri o sciacalli del web che con la crisi sono spuntati ovunque e che promettono grandi vendite con un solo clic».

Le realtà dell’e-commerce hanno rappresentato una sorta di salvagente per le pmi, che nel periodo di sospensione dell’attività si sono affidate alle piattaforme online per vendere i loro prodotti. Anche diversi Comuni, per rilanciare l’economia, hanno costituito sistemi di compravendita su internet per promuovere le eccellenze locali.

Fanplayr, uno dei leader del settore a livello internazionale, ha confermato il trend positivo. «Il traffico registrato dai clienti di Fanplayr ha subìto un’accelerazione incredibile, che può essere comparata in termini di crescita solamente a quella registrata nei periodi del Black Friday e del periodo prenatalizio», ha detto a TopTrade il vp global sales della società, Enrico Quaroni.

«Questa accelerazione», ha aggiunto, «ha favorito particolarmente le aziende che si sono trovate pronte ad affrontare tale cambiamento con gli strumenti adatti offerti dalla nostra piattaforma. Grazie all’utilizzo di Fanplayr, basato sulla personalizzazione che consente un ingaggio fondato sui behavioral data, i nostri clienti si stanno assicurando un aumento del traffico dati che è destinato a crescere e a rimanere costante in un periodo di lunga durata. Lo scenario che è andato a crearsi ha favorito una crescita del settore che solitamente si può prevedere in un decennio su tutti i verticali, compreso il settore finanziario».

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

«È assolutamente necessario evitare che la crisi pandemica sia seguita da una depressione economic...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Il governo teme il peggio per l’economia italiana. Lo scrive il ministro Pd dell’Economia Robert...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Quando Luigi Di Maio dice: «Sul Mes ci fidiamo delle parole di Giuseppe Conte», sta lanciando la p...

Oggi sulla stampa