Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Cir e Cofide, torna l’utile nel primo trimestre

MILANO — Risultati trimestrali in miglioramento e cambio ai vertici per Cir e Cofide che hanno ufficializzato la nomina di Monica Mondardini come nuovo amministratore delegato di Cir. Dopo due trimestri negativi tra gennaio e marzo 2013 la holding della famiglia De Benedetti che controlla il Gruppo Editoriale L’Espresso, Sorgenia, Kos e Sogefi ha registrato un utile di 6,4 milioni (dai 15,2 milioni del 2012) a fronte di ricavi pari a 1,26 miliardi (+1,3% sul 2012).
Tra gli altri dati della trimestrale il margine operativo lordo è salito a 107,2 milioni (+8 per cento rispetto ai 99 milioni dello stesso periodo 2012) mentre l’indebitamento è sceso a 2,41 miliardi (dai 2,5 miliardi di fine dicembre). Sulla stessa linea la capogruppo Cofide: ha chiuso il primo trimestre con ricavi a 1,26 miliardi (+1,3 per cento) e profitti per 4,4 milioni (6 milioni nello stesso periodo 2012) dopo il risultato negativo registrato negli ultimi due trimestri del 2012.
Sempre ieri l’assemblea di Cir ha approvato il bilancio 2012 e la nomina di Rodolfo De Benedetti come presidente e di Monica Mondardini come amministratore delegato. La manager, che mantiene l’incarico di ad dell’Espresso, è diventata anche un consigliere delle controllate Sorgenia, Sogefi e Kos. «Lavoro con lei da oltre quattro anni – ha commentato Rodolfo De Benedetti – e ho avuto modo di apprezzarne le eccellenti qualità professionali e umane: la sua nomina, della quale sono molto lieto, rappresenta un significativo rafforzamento della nostra azienda».
Inoltre, l’assemblea degli azionisti ha fatto propria la proposta del consiglio di amministrazione di non distribuire dividendi per l’esercizio 2012. Una decisione che si è resa necessaria «al fine di rafforzare ulteriormente la struttura patrimoniale della società».
Il neo presidente di Cir e Cofide ha poi ufficializzato la nomina di Emanuele Bosio, ex ad di Sogefi, alla presidenza di Sorgenia ringraziando il padre Carlo, fondatore e presidente onorario del gruppo. «Va ricordato il gesto di generosità compiuto da mio padre – ha detto Rodolfo De Benedetti, che ieri ha anche rinunciato a tutti gli altri incarichi che esulano dalla galassia Cir-Cofide – che nelle scorse settimane ha trasferito gratuitamente il controllo del gruppo ai figli».
Carlo De Benedetti, che ha definito l’accoppiata tra Rodolfo e Monica Mondardini «un tandem professionale eccellente e complementare» ha invece ricordato di aver assecondato «la richiesta rivoltami dai miei tre figli di rimanere nel consiglio della società e di continuare a ricoprire la funzione di editore come presidente del Gruppo Espresso».
Infine, il fondatore del gruppo Cir-Cofide ha salutato agli azionisti presenti in assemblea, facendo un appello ai figli per il futuro. «Questa è tra le giornate più importanti del mio percorso imprenditoriale e anche di questo gruppo – ha detto ancora Carlo De Benedetti -. La raccomandazione che rivolgo ai miei figli è quella di mantenere e coltivare la tradizione di imprenditori liberi e indipendenti».

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Un voluminoso dossier, quasi 100 pagine, per l’offerta sull’88% di Aspi. Il documento verrà ana...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

La ripresa dell’economia americana è così vigorosa che resuscita una paura quasi dimenticata: l...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Ancora prima che l’offerta di Cdp e dei fondi per l’88% di Autostrade per l’Italia arrivi sul ...

Oggi sulla stampa