Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Check up per i principi contabili

di Andrea Fradeani e Francesco Campanari 

Arrivano i principi contabili aggiornati. L'Organismo italiano di contabilità ha posto in consultazione, fino alla data del 30 giugno 2012, il primo set dei nuovi standard dedicati alla redazione del bilancio d'esercizio secondo le disposizioni civilistiche. Un passo importante e atteso, visto che l'ultima revisione sistematica delle regole contabili risale al 2005 (in occasione della riforma sul diritto societario di cui al dlgs 6/03), finalizzato a conseguire due ambiziosi risultati: cogliere, da un lato, l'evoluzione normativa e dottrinale verificatasi negli ultimi anni, soprattutto per le dinamiche internazionali che hanno coinvolto il mondo dell'accounting; dall'altro renderne più semplice e chiara tanto la loro comprensione quanto la loro futura manutenzione.

Un nuovo format. La prima novità riguarda la forma. I documenti posti in consultazione abbandonano il tradizionale layout tipico delle pubblicazioni scientifiche in favore di un nuovo look, peraltro comune a tutti i futuri principi, più simile a un «manuale d'istruzioni». Una scelta che potrà disorientare alcuni, derivata però dal modello redazionale adottato in ambito internazionale (tanto dagli Ifrs quanto dagli Sfas statunitensi): ogni paragrafo è identificato da un numero sequenziale, ciò per agevolare sia le citazioni che gli aggiornamenti del principio; viene predefinito, inoltre, un percorso logico uniforme destinato alla trattazione di qualsiasi area di bilancio.

La nuova struttura degli standard nazionali, del tutto simile a quella degli Ifrs, si fonda infatti sulla distinzione di ciascun principio contabile in sei parti: ambito di applicazione; principali definizioni; classificazione; rilevazione iniziale; valutazione e rilevazione successiva; informazioni in nota integrativa. A queste si aggiunge un'appendice con i riferimenti normativi.

La scelta dell'Oic merita di essere approfondita soprattutto con riferimento alla tematica valutativa: la chiara distinzione fra la determinazione dei valori di carico nel sistema contabile (rilevazione iniziale) e le modalità per la misurazione della loro dinamica (valutazione e rilevazione successiva) rappresenta, infatti, una rilevante novità per una prassi, spesso appiattita su una visione abitudinaria del costo storico, che tende ad ignorare la prima problematica.

I documenti aggiornati. Il progetto dell'Organismo italiano di contabilità coinvolgerà 25 standard attraverso almeno cinque fasi di consultazione che termineranno alla fine di questo nuovo anno, in modo da poter disporre delle nuove regole contabili entro il primo trimestre del 2013.

Il primo lotto di principi contabili sottoposto all'attenzione della comunità bilancistica riguarda quattro documenti: l'Oic 16 – Immobilizzazioni materiali; l'Oic 18 – Ratei e risconti; l'Oic 19 – parti Debiti e Fondi per rischi e oneri e Tfr; l'Oic 29 – Cambiamenti di principi contabili, cambiamenti di stime contabili, correzioni di errori, eventi e operazioni straordinarie, fatti interventi dopo la data di chiusura dell'esercizio. Critiche e commenti dovranno pervenire allo standard setter nazionale entro il prossimo 30 giugno 2012; verranno inoltre organizzati, rispetto all'usuale due process, incontri con gli operatori per presentare le nuove regole e stimolare il dibattito.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Torna l’incubo della crescita sotto zero, con l’Europa che teme di impiantarsi nuovamente nel qu...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Il chief executive officer uscente di Ubs, il ticinese Sergio Ermotti, saluta la banca con cifre del...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Le quotazioni di Borsa di Mediobanca a ottobre si sono attestate a 6,88 euro di media con scambi gio...

Oggi sulla stampa