Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Chebanca! raddoppia con Barclays Italia

Gianluca Sichel parla di «operazione perfetta per senso industriale e finanziario, timing e profilo». Il manager del gruppo Mediobanca, amministratore delegato di CheBanca! e Compass, ha firmato dopo otto mesi di trattative, nella notte tra mercoledì e giovedì, l’accordo per l’acquisto dalla britannica Barclays del ramo italiano che contiene tra le altre cose 220 mila clienti di cui 50 mila cosiddetti affluent e 89 filiali. Una divisione, quella della banca londinese, ristrutturata e riposizionata negli ultimi due anni da Alessandra Perazzelli, chiamata in Barclays nel 2013 dopo essere stata a capo dell’International regulatory affairs di Intesa Sanpaolo. Con il portafoglio clienti, i mutui premium (senza sofferenze) per 2,9 miliardi, una raccolta diretta e indiretta di circa sei miliardi e 89 filiali CheBanca! acquisisce anche circa 550 dipendenti e 70 promotori. La transazione prevede la corresponsione da parte di Barclays di 237 milioni a fronte di un ramo d’azienda con attività e passività bilanciate. Una somma, spiega Sichel, destinata « in parte alla razionalizzazione ed efficientamento della distribuzione e in parte all’integrazione».
Per Mediobanca, che basa ormai le sue attività sul duplice quartier generale Milano-Londra, l’acquisizione rappresenta «un passo importante nel rafforzamento della piattaforma retail e in particolare nelle attività di asset management».
Nell’opportunità offerta da Barclays, (assistita da Lazard) Piazzetta Cuccia ha intercettato «un fattore di accelerazione della strategia di crescita già tracciata», ribadisce Sichel. «In particolare questa operazione arriva nel momento in cui stiamo investendo per rafforzare, con il lancio di Yellow Advisory, un nuovo modello di gestione unico in Italia a costi competitivi rivolto alle famiglie di nuova generazione». Il nuovo piano triennale che sarà presentato «nei primi mesi del prossimo anno fiscale, beneficerà delle sinergie e delle potenzialità derivanti dall’acquisizione».
L’operazione che sarà finalizzata a giugno, dopo il via libera delle Authority, porterà un aumento del 40% dei clienti ( a 770 mila) e non avrà impatto sull’utile al primo anno di esercizio essendo il ramo d’azienda in pareggio; alcuni analisti prevedono a una crescita di circa il 2% nell’esercizio 2017-2018.
Barclays che sta dismettendo il retail in Europa sottolinea in una nota che in Italia continuerà a operare nell’investment e nel corporate banking e a gestire il restante portafoglio di mutui.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Vogliono trasformare Wall Street nella loro foresta di Sherwood. E per mantenere la promessa di rub...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Il cloud sovrano dove migrare i dati informatici della Pubblica amministrazione sarà gestito solo ...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Se fosse ancora necessario, nelle prossime settimane dal palazzo più importante della giustizia it...

Oggi sulla stampa