Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Cessione crediti, sconti ristretti

Diventa operativa la garanzia dello stato sui crediti vantati da imprese e professionisti verso le pubbliche amministrazioni. Con la firma del ministro Pier Carlo Padoan, è stato approvato il decreto previsto dall’art. 37 del dl 66/2014. Tale disposizione prevede lo smobilizzo dei crediti attraverso la loro cessione pro soluto a una banca (o ad altro intermediario finanziario). I crediti ceduti saranno garantiti dallo stato, il che consente di contenere la misura dello sconto che potrà essere richiesto al cedente dal cessionario. Esso, infatti, non potrà essere superiore a un massimale, che il dm varato la scorsa settimana fissa nella misura massima dell’1,60% per importi inferiori ai 50 mila euro e dell’1,90% per importi più elevati. Si tratta di soglie piuttosto basse, inferiori anche rispetto al 2% fissato dall’art. 11, comma 12-quinquies, del dl 76/2013 (ora abrogato dallo stesso dl 66/2014). Inoltre, le percentuali sono definite in ragione d’anno, per cui se la durata è inferiore a 12 mesi si riduce proporzionalmente anche il tasso di interesse. Come detto, i tassi sono calmierati dalla garanzia statale, che opererà attraverso un fondo istituito allo scopo presso il ministero dell’economia e delle finanze e gestito da Consap spa. La sua dotazione finanziaria iniziale è 150 milioni di euro, un importo che consente di garantire cessioni di crediti per circa 1,9 miliardi di euro. All’occorrenza però, si potrà attingere a una sorte di «riserva» dove ci sono altri 900 milioni. L’ammontare complessivo delle operazioni che possono usufruire della garanzia, quindi, sale a oltre 13 miliardi. Basterà tutto ciò per far funzionare il meccanismo? Proviamo ad analizzarne i punti di forza e le possibili criticità puntando l’attenzione su ciascuno dei tre protagonisti della vicenda, ovvero imprese e professionisti, banche e p.a..

Print Friendly, PDF & Email

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

La nuova autorità nasce il mese prossimo con l'obiettivo di colpire i traffici illeciti. Leggi ...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Alle imprese italiane che hanno fatto ricorso alle moratorie previste dall’articolo 56 del decret...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Una spinta, sia pure indiretta, a una più complessiva riforma della riscossione (cui peraltro il G...

Oggi sulla stampa