Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Cassazione, udienze da remoto

Deposito telematico di atti difensivi in cassazione e più udienze da remoto (per tutte le camere di consiglio; per i processi penali e per i processi contabili). Sono queste le modifiche, in materia di giustizia, proposte dal governo con gli emendamenti al decreto legge 18/2020, misure connesse all’emergenza epidemiologica, presentati in senato il 28/3/2020 (a.s. 1766). Vediamo, dunque, le rettifiche e integrazioni che rimodellano alcuni aspetti dei processi civili, penali e contabili, a fronte dell’emergenza sanitaria.

Procedimenti familiari. L’urgenza è il requisito base per l’esenzione da rinvii udienze e sospensione termini per i procedimenti riguardanti i minori e per i procedimenti riguardanti la tutela di diritti fondamentali della persona. Anche per le controversie relative a matrimonio o affinità, l’esenzione da rinvii e sospensioni termini è ristretta ai soli casi in cui vi sia pregiudizio per la tutela di bisogni essenziali.

Udienze a distanza. L’udienza sarà da tenersi con videoconferenza a distanza anche quando sia prevista la presenza di ausiliari del giudice, anche se finalizzata all’assunzione di informazioni presso la pubblica amministrazione (nella versione originaria del decreto il collegamento da remoto era limitato alle situazioni in cui dovessero presenziare solo giudici e parti).

Udienze penali. Dal 9 marzo 2020 al 30 giugno 2020 le udienze penali, che non richiedono la partecipazione di soggetti diversi dal pubblico ministero, dalle parti private e dai rispettivi difensori, dagli ausiliari del giudice, da ufficiali o agenti di polizia giudiziaria, da interpreti, consulenti o periti, possono essere tenute mediante collegamenti da remoto. Difensori, pubblici ministeri e altre parti saranno preavvisati con indicazione delle modalità di collegamento. Prima dell’udienza il giudice fa comunicare ai difensori delle parti e al pm e agli altri soggetti partecipanti giorno, ora e modalità di collegamento.

Cassazione penale. Le udienze penali da tenere in camera di consiglio, fino al 30/6/2020, passano in decisione senza discussione orale sulla base degli atti depositati e delle conclusioni scritte del Procuratore generale, a meno che il ricorrente faccia richiesta di discussione orale (entro dieci giorni prima, anche con una Pec); il dispositivo non viene letto in udienza ed è comunicato alle parti.

Cassazione civile. La telematica entra anche nei procedimenti civili della Corte di Cassazione. Fino al 30 giugno 2020, il deposito degli atti e dei documenti da parte degli avvocati potrà avvenire in modalità telematica. Il servizio sarà attivato da un provvedimento del Direttore generale dei sistemi informativi del Ministero della giustizia. Partiranno anche sistemi telematici per il pagamento del contributo unificato e dell’anticipazione forfettaria connessi al deposito telematico degli atti di costituzione in giudizio presso la Corte di Cassazione.

Camere di consiglio. Dal 9 marzo 2020 al 30 giugno 2020, nei procedimenti civili e penali non sospesi, le deliberazioni collegiali in camera di consiglio possono essere assunte mediante collegamenti da remoto. Le prescrizioni operative devono essere fornite da un provvedimento del Direttore generale dei sistemi informativi del Ministero della giustizia. Nei procedimenti penali, dopo la deliberazione, il dispositivo della sentenza o l’ordinanza e il provvedimento sarà depositato in cancelleria ai fini dell’inserimento nel fascicolo il prima possibile e, in ogni caso, immediatamente dopo la cessazione dell’emergenza sanitaria.

Mediazione. La sospensione dei termini si applica a tappeto a tutte le mediazioni pendenti e a tutte le negoziazioni assistite pendenti, a prescindere dalla data di promozione (eliminato il riferimento all’avvio entro il 9/3/2020). Precisato, inoltre, il periodo di sospensione: dal 9/3/ 2020 al 30/6/2020.

Corte dei conti. Via libera alle videoconferenze anche per le camere di consiglio della giustizia contabile. Dal 15 aprile al 30 giugno 2020 si prevede passaggio in decisione delle cause pensionistiche senza discussione: a tale proposito è stata inserita la possibilità per la parte interessata di chiedere la discussione.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Al via l ’alleanza con la piattaforma Fabrick per offrire alle banche le gestioni patrimoniali. ...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

L’Europa scommette sull’idrogeno per centrare gli obiettivi climatici del Green deal. La rivoluz...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

È partita ieri l'offerta pubblica di scambio volontaria (Ops) promossa da Intesa Sanpaolo sulla tot...

Oggi sulla stampa