Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Cartelle impugnate. Danno risarcito

È quanto affermato dalla Corte di cassazione che, con la sentenza n. 6521 del 20 marzo 2014, ha respinto il ricorso di un uomo che aveva chiesto al giudice di pace il risarcimento del danno per un’esecuzione esattoriale illegittima. In realtà l’automobilista si era rifiutato di pagare rendendo definitiva la procedura di esecuzione e perdendo, cioè, la possibilità di ottenere il ristoro per il comportamento scorretto dell’esattore.

In fondo alle lunghe motivazioni i Supremi giudici hanno escluso il risarcimento chiarendo che in caso di esecuzione esattoriale per sanzioni amministrative, non è data al debitore azione di risarcimento del danno, né ai sensi dell’art. 59 del dpr 29 settembre 1972, n. 603 né ai sensi dell’art. 2043 c.c., ove sia fondata sulla circostanza del volontario pagamento degli importi richiesti e su motivi di ingiustizia o di illegittimità di atti presupposti o preliminari all’esecuzione stessa, che il debitore abbia volontariamente omesso di impugnare nelle competenti sedi: e tanto, sia perché egli era gravato di un onere in senso tecnico in tale ultimo senso ed è quindi decaduto dalla possibilità di azionare quelle doglianze anche in sede meramente risarcitoria, sia perché la conseguita definitività di quegli atti elide in radice, se non anche la stessa ingiustizia del danno, quanto meno l’elemento soggettivo dell’agente.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Sono sessantasei i fascicoli di polizze infortuni in favore dei dirigenti di cui si sono perse le tr...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

«Questo shock senza precedenti potrebbe causare qualche vittima tra le banche». Un Ignazio Visco i...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

«Non sarà possibile avere il Recovery Fund in funzione dal primo gennaio 2021 e anche il Bilancio ...

Oggi sulla stampa