Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Cariverona sottoscrive Unicredit

Cariverona sottoscriverà il 73% delle nuove azioni che le saranno offerte in opzione da Unicredit relativamente alla partecipazione del 2,23% detenuta dall’ente veronese: lo hanno deciso il cda e il consiglio generale della fondazione. «Cariverona come socio finanziario, importante e responsabile di Unicredit, sostiene l’amministratore delegato Jean Pierre Mustier nel suo impegno di risanamento e rilancio del gruppo», ha sottolineato il presidente dell’ente, Alessandro Mazzucco. «Il nuovo investimento in Unicredit è stato valutato e deciso nell’ambito dei criteri che guidano la gestione del patrimonio della fondazione: nell’aspettativa di una progressiva rivalutazione del titolo sul mercato e del ritorno di una remunerazione adeguata, al fine di supportare l’attività erogativa istituzionale».

L’investimento ammonterà a 211,6 milioni di euro. La fondazione, storicamente primo socio italiano di Unicredit, scenderà dall’attuale 2,23 all’1,8% del capitale.

Intanto il d.g. di Unicredit, Gianni Franco Papa, in un’audizione davanti alla commissione finanze della camera, ha spiegato che l’istituto ha realizzato un piano industriale al 2019 basato su obiettivi e realizzando una pulizia nei conti che consentirà quest’anno di partire a nuovo. La pulizia nei conti non è stata chiesta da nessuno e non è stata imposta dalla Bce, ma è stata decisa dal management di Gae Aulenti. Inoltre la cessione di 17,7 miliardi di euro di Npl rappresenta un’operazione importante per la banca e per tutto il sistema, perché ha riaperto il mercato e ha dimostrato che al prezzo giusto si possono vendere i crediti deteriorati. Il d.g. ritiene possibile raggiungere nel 2019 un rendimento del patrimonio netto tangibile del 9%, grazie anche all’aumento di capitale da 13 miliardi di euro.

Quanto alla partecipazione nel fondo Atlante, il direttore finanziario di Unicredit, Mirko Bianchi, ha detto che «abbiamo fatto una svalutazione, che vedrete dai conti che saranno approvati la prossima settimana: abbiamo avuto un approccio prudenziale e abbiamo semplicemente applicato i nostri modelli interni».

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Intervista ad Alessandro Vandelli. L'uscita dopo 37 anni nel gruppo. I rapporti con gli azionisti Un...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

I gestori si stanno riorganizzando in funzione di una advisory evoluta che copra tutte le problemati...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Non far pagare alle aziende i contributi dei neo assunti per due anni. È la proposta di Alberto Bom...

Oggi sulla stampa