Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Cariparma, a segno l’emissione del bond da un miliardo di euro

È stato collocato con successo il covered bond da un miliardo emesso ieri da Cariparma. La controllata italiana di Crédit Agricole, guidata da Giampiero Maioli, ha piazzato il titolo settennale registrando richieste per oltre 1,25 miliardi di euro e con la stessa Bce che ha partecipato in fase di sottoscrizione. Dopo una prima “guidance” che vedeva mid swap +25/30 punti base, il rendimento finale è stato in breve tempo fissato a +25 pb, dunque senza uscire dalla “guidance” iniziale; la cedola lorda annua è dunque pari a 0,875%. L’importo di 1 miliardo di euro e la presenza di 6 bookrunners assicureranno la liquidità futura nel mercato secondario. Secondo le indicazioni dei lead manager, il bond – con scadenza 31 gennaio 2022 e una cedola pari allo 0,875% – è stato prezzato con un reoffer 99,882, per un rendimento effettivo a scadenza pari allo 0,892%, un rendimento che si confronta con l’1,4% oggi riconosciuto dal Btp corrispondente.
A quanto si apprende, oltre il 70% della domanda è arrivata da investitori del settore privato, mentre nella quota restante – come riportato da un lead manager dell’operazione – sono compresi anche ordini della Bce, nell’ambito del suo programma di acquisto dei covered bond. L’operazione di Cariparma è stata curata da un pool di banche (gestita da Crédit Agricole CIB, con joint bookrunners Banca Imi, Erste Group, LBBW, Nord LB, Unicredit) e presenta un rating atteso A2 da parte di Moody’s. Il bond è stato sottoscritto per due terzi da investitori istituzionali esteri, tra cui come detto l’Eurosistema, e per un terzo da investitori italiani, con una prevalenza di fondi di investimento.
Le obbligazioni emesse rappresentano l’emissione pubblica inaugurale nell’ambito del programma di covered bond da 8 miliardi di euro, aventi come sottostante mutui residenziali, e ricalca quelle simili emesse recentemente da Ubi Banca e Credem. Prima di queste due banche, l’ultima emissione covered di una banca italiana risale alla fine dello scorso luglio, quando era stato collocato un bond da 500 milioni a cinque anni di Popolare di Sondrio .

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

«La priorità oggi è la definizione di un piano concreto e coraggioso per fruire dei fondi dedicat...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Sempre più al centro degli interessi della politica, ora la Banca Popolare di Bari finisce uf...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Il post-Covid come uno spartiacque. Le aspettative dei 340 investitori che hanno partecipato alla di...

Oggi sulla stampa