Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Carige prepara nuovi esuberi: salgono a 900 con le cessioni

Paolo Fiorentino, ad di Banca Carige da un mese, corre verso il rafforzamento urgente imposto dalla Bce e tradotto in almeno 700 milioni dal cda, di cui 500 milioni da chiedere ai soci entro l’anno.
Ma l’autunno svelerà anche il nuovo piano industriale, che secondo fonti sindacali s’annuncia «di lacrime e sangue». In un incontro con i rappresentanti dei 5 mila bancari Carige, giorni fa, l’ex direttore operativo di Unicredit ha prospettato altri esuberi, rispetto ai 755 nei piani al 2020 del vecchio ad Guido Bastianini. Un centinaio in più, forse 150, così da portare gli uscenti oltre quota 900. Di questi, alcuni potrebbero essere semplici ricollocamenti in altri gruppi: per esempio i circa 50 operatori di Creditis (la controllata nei crediti al consumo) o chi lavora nella piattaforma di gestione sofferenze, che l’ad stima di vendere. Ma anche tale ipotesi inquieta i sindacati, perché spesso “esternalizzare” implica la riduzione delle tutele per chi viene “venduto”.

Andrea Greco

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Entra nel vivo la gara per la conquista di Cedacri, società specializzata nel software per le banch...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Il Monte dei Paschi di Siena ha avviato ieri un collocamento rapido di azioni, pari al 2,1% del capi...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Il giorno dopo il lancio dell’Opa da parte di Crédit Agricole Italia, il Creval valuta le possibi...

Oggi sulla stampa