Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Carige, Ccb formalizza la rinuncia. Aperta la ricerca di un partner

Cassa Centrale Banca si sfila ufficialmente dal dossier Carige. Il gruppo cooperativo basato a Trento, come da attese (si veda Il Sole 24 Ore di ieri), ha formalizzato al consiglio del Fondo interbancario di tutela dei depositi l’intenzione di non procedere all’acquisto della quota dell’80% detenuta in Banca Carige. La decisione è stata motivata dal consiglio di Ccb con la «aleatorietà della pandemia sul mercato, la sua imprevedibile evoluzione e i rischi connessi a questo eccezionale scenario». Una decisione «sofferta», quella di Ccb, e raggiunta a valle di un «intenso confronto dialettico» che è stato «sempre ispirato alla centralità e massima priorità» dell’interesse del gruppo, come spiegato dal presidente Giorgio Fracalossi in una nota inviata alle banche affiliate. Il Fitd e lo Schema Volontario da parte loro ribadiscono l’impegno a sostenere l’istituto ligure e a raggiungere una business combination «in grado di valorizzare le potenzialità della banca». La caccia al nuovo potenziale partner è dunque aperta. E le ipotesi in campo sono essenzialmente tre: Credit Agricole, Bper e UniCredit. Il Fitd non ha urgenza di cedere immediatamente la banca, anche se l’orizzonte è di trovare un compratore quanto prima, auspicabilmente entro l’anno. Il Fitd riconosce «l’importante lavoro svolto» dagli organi di Carige e delle struttura timonata da Francesco Guido e «i significativi risultati conseguiti nelle pur avverse condizioni derivanti dalla crisi pandemica in atto». Carige mette in evidenza «l’elevata qualità dell’attivo di bilancio» e «l’adeguatezza dei mezzi patrimoniali rispetto alle attuali previsioni regolamentari».

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Primo giorno di lavoro in proprio per Francesco Canzonieri, che ha lasciato Mediobanca dopo cinque a...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

 Un passo indietro per non sottoscrivere un accordo irricevibile dai sindacati. Sarebbe questo l’...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Doveva essere una Waterloo e invece è stata una Caporetto. Dopo cinque anni di cause tra Mediaset e...

Oggi sulla stampa