Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Carige, in Bce lo schema di salvataggio L’informativa finale attesa martedì

È stata inviata ieri alla Banca centrale europea una comunicazione nella quale si assicura la copertura del fabbisogno patrimoniale di Carige. Nella comunicazione si informa dello scambio di missive avvenuto tra Fitd e Cassa centrale banca, nelle quali si attesta che le deliberazioni del cda della capogruppo del credito cooperativo sono in linea con quelle assunte dal board del Fondo nei giorni scorsi: dunque una convergenza sul piano che dovrebbe portare i due soggetti a garantire l’apporto di equity per 700 milioni. Con 313 milioni derivanti dalla conversione del bond sottoscritto da Fitd, 65 milioni apportati da Ccb e la restante parte coperta e garantita dal fondo stesso. Secondo quanto riportato dall’agenzia Ansa, il Fitd e Cassa centrale hanno formalizzato la proposta non vincolante di rafforzamento di capitale ai commissari di Carige.

Sarebbe previsto che il Fondo incassi la cedola maturata sul bond da convertire, tra il 2018 e l’inizio del 2019, per un valore complessivo di circa 60 milioni.

La formalizzazione dell’operazione viene rinviata alle riunioni del board e del comitato del fondo, fissate per il prossimo 30 luglio. A valle di quelle deliberazioni verrà inviata un’ulteriore informativa alla vigilanza europea.

L’operazione di messa in sicurezza della banca genovese dovrebbe essere, dunque, in discesa. Restano da chiarire le modalità di copertura del bond Tier2, che però in ogni caso, una volta garantito l’apporto dell’equity, non avrebbe difficoltà a trovare sottoscrittori, visto che garantirà un rendimento tra l’8 e il 9 per cento. Oggi si terrà il cda del Credito sportivo per deliberare un contributo di circa 20 milioni; lunedì sarà la volta del board di Mcc, per una quota che dovrebbe essere di alcuni milioni. Non è ancora certo che Credito Sportivo scenda in campo, visto che le posizioni dei consiglieri non sono del tutto allineate. Ccb si è impegnata a partecipare con 100 milioni, Amissima (fondo Apollo) per 50 milioni. Altri 17 milioni dovrebbero essere ripartiti tra Equita (1 milione), Mediolanum, Cattolica (in forse), fondazione Cariverona. Nel caso dovesse venire a mancare il contributo della banche a controllo pubblico, gli altri investitori potrebbero aumentare le loro quote e qualcosa potrebbe investire anche il Fitd.

Intanto i sindacati di Carige insistono «sulla necessità che tutti i soggetti coinvolti nella capitalizzazione» della banca, e il riferimento, non esplicitato ma sottinteso, è in particolare all’azionista di maggioranza, Malacalza Investimenti, «si esprimano formalmente con la chiarezza dovuta e che lavorino per una soluzione che vada nella direzione di garantire continuità aziendale e occupazionale al gruppo Carige e che consenta alle banche del gruppo di continuare a fare le Banche». Lo sottolinea una nota unitaria delle principali sigle sindacali, le quali offrono «disponibilità» al confronto, «con tutti coloro che sono interessati a trovare una soluzione industriale». I sindacati ricordano anche che i soggetti coinvolti hanno sempre dichiarato di preferire questo tipo di operazione. Lo stesso Vittorio Malacalza, nei mesi scorsi, ha dichiarato, a più riprese, il suo appoggio a una soluzione industriale e la contrarietà a un’operazione puramente finanziaria.

Sulla questione è intervenuto anche il governatore della Liguria, Giovanni Toti: «Siamo fiduciosi – ha detto – nel lavoro dei commissari e confidiamo che a settembre si proceda con il rafforzamento patrimoniale previsto».

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Alitalia e Fs chiedono altro tempo per trovare una soluzione al salvataggio di Alitalia. E lanciano ...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Si sono moltiplicati in queste ultime ore i segnali di ottimismo su un accordo tra Londra e Bruxelle...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Tassi negativi sui conti corrente prossimamente in arrivo anche in Italia, ma non per tutti. Intesa ...

Oggi sulla stampa