Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Canone Rai, ok privacy

Il canone Rai in bolletta ha incassato anche il parere positivo da parte del garante della privacy. L’Authority, però, si riserva di valutare in futuro, il funzionamento del sistema informativo di protezione dati inserito nel decreto e messo in atto per il canone in bolletta. Il decreto, quindi, dopo aver incassato il parere positivo, il 27 aprile 2016, da parte del Consiglio di stato (si veda ItaliaOggi del 28/04/2016) e ieri, dal garante della privacy, va verso la strada della pubblicazione in Gazzetta Ufficiale. Una volta in G.U., come indicato nel decreto stesso, questo entrerà in vigore il giorno seguente alla sua pubblicazione.

Cosa paga il canone tv. Nel decreto sul canone Rai non è presente una definizione o un elenco di quali apparecchi saranno assoggetati al pagamento del canone tv in bolletta, dal 1° luglio 2016. La risposta si trova in una nota tecnica (si veda ItaliaOggi del 22/04/2016) del 20 aprile 2016 in cui il ministero dello sviluppo economico (Mise) ha precisato che non costituiranno apparecchi televisivi: i computer, gli smartphone, i tablet e ogni altro dispositivo che sia privo del sintonizzatore per il segnale del digitale terreste o satellitare. Quindi questi device saranno esclusi dal pagamento dell’imposta. In bolletta, dunque ci sarà una voce specifica.

Chi deve pagare il canone tv. La versione definitiva del decreto, che ItaliaOggi è in grado di anticipare, prevede che l’esistenza di un’utenza elettrica, nel luogo dove il soggetto ha la sua residenza anagrafica, fa presupporre la detenzione di un apparecchio televisivo e di conseguenza l’addebito in bolletta del canone tv. Il canone si paga una sola volta da parte di un solo membro della famiglia anagrafica, gli altri ne sono esonerati. Per famiglia anagrafica, secondo l’articolo 4 del dpr 223/1989 «si intende un insieme di persone legate da vincoli di matrimonio, parentela, affinità, adozione, tutela o da vincoli affettivi, coabitanti e aventi dimora abituale nello stesso comune». Il canone tv, inoltre, è dovuto una sola volta, indipendentementa dal numero di apparecchi televisivi che si hanno o anche se si posseggono più immobili. Nel caso in cui la moglie ha sempre pagato il canone tv e l’utenza elettrica risulta intestata al marito, non si dovrà fare nulla. L’Agenzia delle entrate procederà alla voltura automatica e quindi il canone tv sarà addebitato sulla bolletta elettrica, che riceverà il marito.

Esenzioni dal pagamento. Per dichiarare di non essere soggetti al pagamento del canone tv in bolletta, perché per esempio non si possiede un’apparecchio televisivo, si deve presentare una dichiarazione di non possesso. Il modello si può trovare, tra l’altro, sul sito dell’Agenzia delle entrate. Si può decidere se inviare la dichiarazione online o per mezzo postale. I termini ultimi per l’invio sono fissati, per entrambi i casi, il 15 maggio 2016.

Compensazione delle aziende elettriche. È stato stabilito, secondo l’art. 7 del decreto sul canone Rai, che l’Agenzia delle entrate riconosce alle imprese elettriche un contributo forfettario pari a 14 milioni per il 2016 e altri 14 milioni per il 2017. Questa compensazione, andrà a gravare esclusivamente sulle risorse messe a bilancio dall’Agenzia. In questo modo si escludono i contribuenti da un possibile appessantimento della boletta elettrica per i costi di gestione del canone Rai in bolletta affidato ai gestori elettrici.

La privacy dei dati. Nel decreto sul canone tv, è inserito l’articolo 8 dove si legge che «l’Agenzia delle entrate, l’Acquirente unico spa e le imprese di energia elettrica trattano i dati personali per le attività… nel rispetto della vigente normativa… di cui al decreto legislativo 30 giugno 2003, n.196 e successive modificazioni».

Giorgia Pacione Di Bello

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

L’anno del Covid si porta via, oltre ai tanti morti, 150 miliardi di Pil. Ma oggi si può dire che...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Forte crescita dell’attività di private equity nei primi due mesi dell’anno. Secondo il dodices...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Goldman Sachs ha riavviato il suo trading desk di criptovalute e inizierà a trattare futures su bit...

Oggi sulla stampa