Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Il Canada toglie l’Iva a Netflix

Netflix non pagherà l’Iva in Canada. Un esonero che vale 30 milioni di dollari (25,4 milioni di euro). È la cifra che avrebbe dovuto versare nelle casse canadesi il gruppo statunitense che produce e distribuisce su Internet film e serie Tv, secondo i calcoli del magnate della stampa e dell’audiovisivo, Pierre-Karl Péladeau.

In cambio, il colosso Usa investirà in Canada 500 milioni di dollari (423,7 milioni di euro) nei prossimi cinque anni e creerà una società di produzione locale.

La decisione del governo di Ottawa di esonerare Netflix dal pagamento della tassa sui prodotti e servizi (l’equivalente dell’Iva) del 5% ha suscitato numerose critiche perché, è l’accusa, così facendo si è creato un disequilibrio fiscale dal momento che le produzioni locali sono sottoposte a tassazione. E inoltre, il governo si priva di entrate fiscali. Insomma, la decisione del ministro al patrimonio del governo federale, Mélanie Joly è stata interpretata come una capitolazione del Canada ai danni, soprattutto della parte francofona, è l’accusa, a vantaggio della cultura anglo-americana in quanto la politica di Netflix Canada sarà decisa in California, come riporta Le Figaro. L’industria della produzione cinematografica, televisiva e video ha generato nel 2015 ricavi per 4,8 miliardi di dollari (4 miliardi di euro) in Canada.

Giovanni Galli

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Maximo Ibarra ha rassegnato le sue dimissioni da Sky Italia per diventare amministratore delegato e ...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Non cede all’ottimismo il ministro dell’Economia Daniele Franco che punta l’indice sui due pun...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

In punta di diritto: la contrarietà a un giudicato nazionale, nel contesto del giudizio di ottemper...

Oggi sulla stampa