Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Cadiprof per gli studi terremotati

È stata definita a Bologna, presso la sede UniCredit, una apposita convenzione per l’erogazione di anticipi a costo zero per i professionisti dei contributi che saranno erogati dallo Stato per i danni subiti dal sisma. L’intesa, sottoscritta da Gaetano Stella, presidente di Cadiprof e Gabriele Fiorino, vicepresidente Cadiprof, e da Stefano Rossetti, responsabile Sme Network Management di UniCredit, prevede, per gli studi iscritti a Cadiprof (Cassa di assistenza sanitaria integrativa per i dipendenti degli studi professionali) due opzioni per agevolare la ripresa delle attività professionali dopo il terremoto.

Nel primo caso, l’iniziativa «Cadiprof per gli studi terremotati» prevede a favore dei professionisti iscritti linee di finanziamento da parte di UniCredit, di importo minimo pari a 10 mila euro, fino a un massimo di 100 mila euro, da restituire in un’unica soluzione entro 12 mesi, senza alcun costo aggiuntivo, né di interessi, né di spese amministrative a carico del professionista.

Sarà, infatti, Cadiprof a farsi carico integralmente degli oneri relativi ai finanziamenti attivati, definiti con UniCredit alle migliori condizioni di mercato. In alternativa, è prevista la possibilità di linee di prestito chirografario, per la durata di 3 o 5 anni, per importi da 10 mila euro fino a 50 mila euro. In questo caso, il professionista potrà restituire la somma erogata con rata trimestrale/semestrale e Cadiprof contribuirà al 50% delle spese per interessi. «L’iniziativa “Cadiprof per gli studi terremotati” vuole essere un segnale di vicinanza ai professionisti colpiti dal terremoto», ha commentato il presidente Cadiprof, Gaetano Stella. «Grazie alla partnership con UniCredit mettiamo nelle mani degli studi professionali uno strumento concreto per un immediato ritorno alla normalità lavorativa dello studio».

«UniCredit è stata da subito accanto ai territori colpiti dal terremoto a supporto dapprima delle persone (colleghi, clienti e popolazione), successivamente dei beni e del business. La logica degli interventi ha privilegiato – attraverso una unità di crisi – la continuità del servizio e l’informazione operativa e di indirizzo ai clienti e non su sedi disponibili in sostituzione e sedi mobili, degli interventi di azzeramento su costi e commissioni, delle iniziative in adempimento delle decisioni di coordinamento nazionale (Governo, Abi ecc.). È stato aperto un conto di sottoscrizione e attraverso attività di comunicazione on line e su atm è stata convogliata la raccolta di contributi diretti che attraverso una commissione dovranno essere assegnati. Sono state identificate iniziative “esclusive” a supporto delle comunità, in risposta alle esigenze di ripresa delle attività economiche e di ricostruzione. Per consolidare questa fase di supporto specifico abbiamo con piacere aderito all’iniziativa Cadiprof a favore dei professionisti colpiti dal sisma con un intervento che mira, in continuità con quanto sin ora fatto sul territorio a dare fiducia nel futuro di ricostruzione», ha commentato il responsabile Sme Network management di UniCredit Stefano Rossetti.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Primo giorno di lavoro in proprio per Francesco Canzonieri, che ha lasciato Mediobanca dopo cinque a...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

 Un passo indietro per non sottoscrivere un accordo irricevibile dai sindacati. Sarebbe questo l’...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Doveva essere una Waterloo e invece è stata una Caporetto. Dopo cinque anni di cause tra Mediaset e...

Oggi sulla stampa