Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Buffett, mossa in Italia sui crediti a rischio

Davis&Morgan, banca d’affari specializzata nelle transazioni di crediti ipotecari garantiti da immobili, guidata in Italia da Andrea Bertoni e presieduta da Hugh Malim, già country manager di Barclays Bank, ha finalizzato un’alleanza con la Berkshire Hathaway HomeServices, rete di intermediazione immobiliare che conta più di 50.000 consulenti e 1.500 uffici, localizzati negli Stati Uniti, in Europa e nel Medio Oriente, parte del gruppo Berkshire Hathaway guidato da Warren Buffett. Obiettivo dell’alleanza sarà la valutazione, acquisizione e valorizzazione di portafogli di posizioni problematiche, in particolare crediti Utp (unlikely to pay), cioè incagli immobiliari, con prezzo di acquisto fino a 15 milioni di euro a Milano e nelle principali città italiane.

La partnership tra Berkshire Hathaway HomeServices e Davis & Morgan prevede che la prima si occuperà di advisory, scouting, project management e agency funzionali al progetto mentre Davis & Morgan supporterà l’attività di scouting e gestirà la fase di valutazione finanziaria, di analisi dei rischi, di strutturazione finanziaria e di debt management.

Per la nuova finanza Davis & Morgan emetterà dei titoli obbligazionari garantiti dai crediti o dagli immobili acquisiti o cartolarizzerà i crediti, sottoscrivendo successivamente la tranche junior delle note emesse dal veicolo di cartolarizzazione.

Davis & Morgan è uno dei principali players indipendenti nel mercato dei non performing loan italiani. Nel corso degli anni la società ha acquistato dai principali istituti bancari e servicer operanti sul territorio italiano oltre 130 crediti (di tipo single name) ipotecari per un gross book value di oltre 150 milioni e posizioni chirografarie per un Gbv di circa 750 milioni. Costituita come banca d’affari poco prima del crollo di Lehman Brothers e dell’inizio della grande crisi finanziaria, la società ha guardato, prima degli altri, al mondo distressed. Nel 2018 ha aperto il capitale alla famiglia tedesca Oetker, proprietaria della multinazionale Hero, che ne possiede il 25%, mentre Hugh Malim ne possiede il 6%. La quota restante è del fondatore Bertoni e del socio Gianandrea Cherubini.

L’alleanza con Berkshire Hathaway arriva in una fase importante per Davis & Morgan, che dovrebbe portare alla quotazione della banca nel primo semestre 2021.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Segnali contrastanti sul fronte Atlantia-Cdp. L’opinione prevalente è che la cordata coagulata in...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Non si tratta solo di scegliere una nuova data a partire dalla quale si potrà di nuovo licenziare. ...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

La proroga del Temporary Framework europeo (il Quadro temporaneo sugli aiuti di Stato) consentirebbe...

Oggi sulla stampa