Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Brexit, i giudici danno torto a Johnson

«Illegale»: la sentenza della più alta corte scozzese non lascia spazio a dubbi. E stabilisce che Boris Johnson non aveva il diritto di sospendere il Parlamento. Peggio, il premier britannico ha «fuorviato» la Regina, nascondendole il fatto che il vero motivo per mandare a casa le Camere era la volontà di impedire la discussione sulla Brexit.

È un colpo di scena giudiziario, quello che si è verificato ieri, che introduce una nuova variabile in un’estate politica che Oltremanica è già impazzita di suo.

La decisione del tribunale scozzese, chiamato a esprimersi sulla base di un’azione promossa da un gruppo di attivisti anti-Brexit, è arrivata a sorpresa: perché ha ribaltato una precedente sentenza ma soprattutto è in contrasto col pronunciamento di un’alta corte inglese, che aveva stabilito che la decisione presa da Johnson era di natura strettamente politica e dunque non poteva essere valutata da un tribunale. Il conflitto dovrà ora essere risolto dalla Corte Suprema del Regno Unito, la più alta autorità giudiziaria, cui si è appellato il governo: la sentenza è attesa per martedì prossimo. E se dovesse essere confermato il verdetto scozzese, si andrebbe alla riapertura delle Camere.Il Parlamento era stato bruscamente «congedato» da Johnson per evitare che i deputati mettessero i bastoni tra le ruote alla sua strategia di portare Londra fuori dalla Ue a ogni costo, anche quello di un divorzio senza accordi. Ma la scorsa settimana a Westminster era riuscita a passare in extremis una legge che obbliga il premier a chiedere un rinvio dell’uscita dalla Ue se prima non sarà stata trovata un’intesa con Bruxelles. Ora, con la carambola giudiziaria, la pallina della roulette torna a scorrere.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Sarà un’altra estate con la gatta Mps da pelare. Secondo più interlocutori, l’Unicredit di And...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

«La sentenza dice che non è possibile fare discriminazioni e che chi gestisce un sistema operativo...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Un nuovo “contratto di rioccupazione” con sgravi contributivi totali di sei mesi per i datori di...

Oggi sulla stampa