Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

I brevetti? A sorpresa l’Italia cresce più di Germania e Francia

L’Italia batte la Francia e la Germania in innovazione. Almeno se si guarda alla crescita del numero di brevetti depositati nel 2016, come emerso dai dati annuali dello European Patent Office annunciati ieri a Bruxelles. Le aziende italiane l’anno scorso hanno presentato 4.166 domande (+4,5%), proseguendo il trend positivo (+9% nel 2015) e crescendo di più rispetto ai tedeschi (+1,1% a 25.086) e ai francesi (-2,5% a 10.486). Con il 3% di tutte le domande pervenute, l’Italia è decima nella classifica delle richieste di protezione brevettuale.

Complessivamente, l’Ufficio Brevetti Europeo ha ricevuto poco meno 160.000 richieste. Il Paese più in fermento è la Cina (+24,8%), mentre perdono smalto gli Usa (-5,9%), anche se rimangono nella top 5 assieme a Germania, Giappone, Francia e Svizzera. Philips è il gruppo dei record, con 2.568 domande, seguito da Huawei (2.390) e Samsung (2.316).

I trasporti sono il comparto che ha registrato il maggior numero di domande di brevetti dall’Italia. Con un aumento del 38% rappresenta il campo tecnologico che ha messo a segno l’aumento più alto, oltre a essere quello in cui l’Italia ha una vera e propria leadership con il 4% delle domande globali. Ansaldo Energia e Pirelli sono state le più innovative in Europa.

Fausta Chiesa

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Ai tempi delle grandi manifestazioni contro la stretta cinese, le file degli studenti di Hong Kong a...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

L’ingresso nel tempio della finanza tradizionale pompa benzina nel motore del Bitcoin. Lo sbarco s...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

L’Internet super-veloce e la fibra ottica sono un diritto fondamentale, costituzionale, che va ass...

Oggi sulla stampa