Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Brebemi, 1,9 mld dalle banche

di Carlo Arcari  

I soldi per finirla ci sono tutti e verrà completata come previsto nel giugno 2013. Questa è la notizia che Francesco Bettoni, presidente di Brebemi, la direttissima Milano-Brescia finanziata dai privati, ha dato ieri a Calcio, al cantiere a metà del tracciato di 62 chilometri della nuova autostrada. Le banche hanno sottoscritto, ieri, l'accordo per 1,9 miliardi, cui vanno aggiunti 520 milioni di euro di capitale messo dai soci a copertura totale del fabbisogno. Le quote principali di finanziamento verranno garantite dalla Cassa depositi e prestiti che ha sottoscritto il 50% delle linee a lungo termine, e ha conferito 765 milioni. Intesa ha firmato per 393 milioni, Unicredit e Montepaschi per 290 milioni ciascuna. Tra i finanziatori anche Centrobanca Banca di credito finanziario e mobiliare spa e Credito Bergamasco spa. La struttura finanziaria dell'operazione prevede tra l'altro linee di credito con rimborso in un'unica soluzione a fine concessione per un importo di circa 760 milioni; linee di credito con rimborso distribuito lungo la durata della concessione per un importo di circa760 milioni. «Intesa Sanpaolo e Biis hanno sempre creduto nella Brebemi e sono entrate nell'equity», ha sottolineato Mario Ciaccia, a.d. di Biis (Intesa Sanpaolo), «Brebemi porterà un impatto positivo sul Pil stimato in oltre 400 milioni di euro l'anno (circa 10 miliardi nei prossimi 20 anni) e farà risparmiare 6,8 milioni di ore l'anno», ha sottolineato l'assessore lombardo alle infrastrutture, Raffaele Cattaneo. Mentre in Italia gli investimenti in infrastrutture diminuiscono in Lombardia si va in controtendenza, ha ricordato il governatore Roberto Formigoni che ha previsto l'entrata in esercizio della Brebemi entro il dicembre del 2013. «La Lombardia vuole recuperare il suo gap infrastrutturale e continuerà a investire» ha dichiarato, «il Tavolo Lombardia che ha il compito di coordinare e governare le politiche territoriali in vista dell'Expo, tornerà a riunirsi il 29 luglio e in quella sede faremo il punto sulle 12 opere essenziali, le 17 opere connesse e le 32 opere necessarie con tutti gli enti interessati». «Resta da completare», ha sottolineato Bettoni, «da parte dei ministeri competenti l'emissione dei decreti approvativi del 2° atto aggiuntivo alla Convenzione Unica sottoscritta con Cal (7 mesi fa) e approvata dal Cipe in maggio, che ritardano i tempi di realizzazione della Tangenziale Est Esterna Milano, essenziale per la funzionalità della Brebemi».

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Come prevedevano alcuni un mese fa, allo spuntare della lista di Bluebell per il cda di Mediobanca, ...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Google entra nel mirino dell’Autorità antitrust italiana che, prima in Europa, ieri ha aperto un ...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Le imprese e i committenti non saranno lasciati soli. Anche a chiarire la posizione di alcuni player...

Oggi sulla stampa