Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Bpvi, paniere per il ristoro

La percentuale di ristoro che verrà offerta agli ex soci della Popolare di Vicenza, e con ogni probabilità anche di Veneto banca, sarà parametrata, fra l’altro, alla performance di un paniere di titoli quotati: lo si è appreso da una fonte vicina al dossier. Una misura che è stata studiata per rendere omogenei gli investimenti rispetto ad altri nel settore bancario, rendendo il rimborso paragonabile al valore che oggi si trova in mano un azionista che abbia investito in una banca quotata. Ovviamente i valori subiranno degli aggiustamenti in base a quelli di carico e alla data di ingresso nel capitale. I legali sono da tempo al lavoro per analizzare e catalogare le diverse posizioni, in modo da giungere a una proposta condivisa.

Il tema delle possibili cause dei soci è uno dei punti nodali del futuro delle due banche, nella misura in cui né nel caso di una fusione, né in quello di un futuro stand alone, è ipotizzabile che Bpvi e Veneto banca possano vivere con la spada di Damocle di potenziali richieste di danni per centinaia di milioni di euro. Per evitare questa prospettiva e dare agli istituti una discontinuità che li metta al riparo dalle cause legali, gli avvocati stanno studiando uno scorporo, sul modello di quanto fatto anni fa nel Regno Unito con Royal Bank of Scotland e Lloyds. Lo schema prevede di creare una sorta di bad bank, adeguatamente capitalizzata, alla quale imputare l’intero petitum relativo alle passate gestioni.

Sullo sfondo rimane il tema dell’individuazione dei capitali da iniettare nella nuova realtà, o nelle due banche rimaste autonome, a esito, da un lato, della cessione dei crediti non performanti e, dall’altro, dello scorporo delle litigation. Senza dimenticare che l’attesa riduzione del personale, che per la sola Bpvi riguarderà 1.350 unità con una diminuzione delle filiali nell’ordine del 30%, comporterà costi one-off di una certa rilevanza.

In attesa dei piani industriali delle banche, che saranno pronti il mese prossimo, l’appuntamento rilevante è fissato per il 13 dicembre, quando si terrà l’assemblea Bpvi sull’azione di responsabilità.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

ROMA — Un’esigenza comune percorre l’Europa investita dalla seconda ondata del Covid-19. Mai c...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

ROMA — L’Italia è pronta ad alzare le difese, e si allinea con l’Unione europea, nei confront...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

MILANO — Nel giorno in cui il consiglio di Atlantia ha deliberato il percorso per uscire da Aspi, ...

Oggi sulla stampa