Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Bpm-Banco darà il via ad altre unioni bancarie

Dopo l’annunciata fusione tra la Popolare di Milano e il Banco popolare, in Italia si aprono nuovi scenari per l’unione fra gruppi bancari. Dell’argomento si occupa il Financial Times, che dedica un articolo alle banche italiane che «aprono la strada del consolidamento». Infatti, scrive il quotidiano economico-finanziario britannico, «altre operazioni sono attese» dopo il via libera all’iniziativa sull’asse Milano-Verona che darà vita al terzo istituto italiano alle spalle di Unicredit e Intesa Sanpaolo.

Tuttavia le richieste della Bce, nel suo ruolo di supervisore, su capitali e governance hanno lasciato gli attori del mercato preoccupati per eventuali prossime operazioni.
Il Financial Times riporta quanto affermato da Davide Serra, fondatore e amministratore delegato di Algebris Investments, nonché amico del premier Matteo Renzi: il sistema italiano ha bisogno di «maggiore consolidamento», perché «ha più banche che pizzerie». E, ha aggiunto Serra, l’azione della Bce ha «destabilizzato la fiducia del mercato».

I banchieri, prosegue il quotidiano della City, sostengono che l’attenzione sarà rivolta verso Ubi banca, sulla quale sia Bpm sia il Banco popolare avevano intavolato trattative senza successo. E anche il Monte dei Paschi di Siena, la peggiore tra le banche europee secondo gli stress test del 2014, e la genovese Carige «stanno cercando dei compratori».

Per quanto riguarda i tempi tecnici dell’operazione Bpm-Banco, guidate rispettivamente dagli a.d.
Giuseppe Castagna e Pierfrancesco Saviotti, il rilascio delle autorizzazioni da parte delle autorità di vigilanza è atteso entro agosto. In aprile sarà conclusa la due diligence con la predisposizione di un piano industriale congiunto. L’assemblea del Banco popolare per l’aumento di capitale si terrà a inizio maggio, quindi a metà maggio i consigli approveranno il progetto di fusione. Entro ottobre sono attese la ricapitalizzazione del Banco popolare e le assemblee per il via libera definitivo, che sarà efficace entro il mese di novembre.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

L’esordio di Andrea Orcel come ad di Unicredit, uscita con un utile trimestrale doppio rispetto al...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Vittorio Colao, ministro per l’Innovazione tecnologica, non fa suo il progetto per una rete unica ...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Un blitz della Ragioneria generale dello Stato evita un "buco" di 24 miliardi nel decreto "Sostegni ...

Oggi sulla stampa