Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Bper-Unipol, le «relazioni forti» fra Modena e Bologna

La relazione con Unipol è «forte», sostiene l’amministratore delegato di Bper, Alessandro Vandelli, a cominciare dalla bancassurance, e questo potrebbe essere uno dei motivi per cui Unipol incrementerebbe la sua quota in Bper dal 5% al 10%. Ma Vandelli «non è in grado di commentare» i rumors che danno la compagnia bolognese già vicina al 9,9%, cioè appena sotto la soglia per la quale serve l’autorizzazione di Bce. Da mesi Unipol è in movimento su Bper. Il gruppo guidato da Carlo Cimbri potrebbe essere interessata a conferire Unipol Banca, gravata crediti deteriorati lordi pari al 35% degli impieghi, anche se Vandelli ha escluso ieri di avere il dossier sul tavolo: «Mi sembra di capire che Unipol stia lavorando su una potenziale bad bank e quindi loro sanno che prima di una possibile combinazione con qualsiasi operatore bancario devono fare una pulizia di bilancio, ma non è un mio problema», ha detto presentando i dati trimestrali chiusi con un utile di 14,6 milioni, pressoché dimezzato a causa della svalutazione di Atlante per 17 milioni. Dal lato di Bper un socio forte come Unipol potrebbe fare nascere davvero quello zoccolo duro di soci, accanto alla Fondazione Banco di Sardegna e a quelle minori e all’associazione Bper Valori & Valore (che ha il 5,8%) per tenere in terra emiliana il controllo della banca. Non sarebbe un deal facile: «È difficile che la latta diventi argento», scrivono gli analisti di Mediobanca Securities, secondo i quali solo se Unipol si facesse carico di almeno il 50% delle sofferenze di Unipol Banca, Bper non subirebbe effetti sul patrimonio, che pure in Bper è in eccesso (al 13,3%).

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Sarà un’altra estate con la gatta Mps da pelare. Secondo più interlocutori, l’Unicredit di And...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

«La sentenza dice che non è possibile fare discriminazioni e che chi gestisce un sistema operativo...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Un nuovo “contratto di rioccupazione” con sgravi contributivi totali di sei mesi per i datori di...

Oggi sulla stampa