Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Borse, stallo tra Ue e Svizzera

L’effetto principale, se non si sblocca lo stallo tra Ue e Svizzera sull’accordo quadro istituzionale negoziato per quattro anni, è che il 30 giugno verrà meno il riconoscimento della Borsa elvetica da parte dell’Ue: l’equivalenza scadrà automaticamente. Attualmente le banche europee e gli investitori acquistano e vendono a condizioni paritarie i titoli svizzeri ed esteri quotati a Zurigo. Questa attività rappresenta circa la metà degli scambi. Ieri il vicepresidente della Commissione Ue, Maros Sefcovic, ha spiegato che l’esecutivo comunitario non ha approvato l’accordo: «Non ci sono progressi. Ma le porte restano aperte fino alla fine del nostro mandato». Una settimana fa, il presidente della Commissione, Jean-Claude Juncker, si era detto pronto a fornire i «chiarimenti» chiesti da Berna su tre punti (aiuti di Stato, libera circolazione di persone e merci, livello dei salari) ma aveva escluso l’apertura di nuovi negoziati con Berna. Ma da parte svizzera non ci sono stati passi avanti.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

ROMA — Quasi due milioni di lavoratori autonomi hanno fatto domanda per avere l’indennità di 6...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Destano forti preoccupazioni gli effetti economico-finanziari causati dai provvedimenti conseguenti ...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Proroga di un anno per il Codice della crisi. Probabilmente già con un emendamento da inserire in s...

Oggi sulla stampa