Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Borse, prevale la cautela

Le borse hanno vissuto un’altra giornata poco mossa, con gli operatori in attesa di Mario Draghi e della riunione della Fed sui tassi della prossima settimana. È previsto per oggi l’intervento del presidente della Bce, dal quale si attendono spunti sulla politica monetaria, alla luce del recente aumento dell’inflazione.

A Milano il Ftse Mib è terminato in lieve rialzo (+0,14% a 19.482 punti). Nel resto d’Europa hanno chiuso appena sopra la parità Francoforte (+0,01%) e Parigi (+0,11%), mentre Londra ha perso lo 0,06%. A New York gli indici viaggiavano deboli e contrastati, con il Dow Jones in calo dello 0,15% e il Nasdaq +0,15%. Lo spread fra Btp decennali e Bund tedeschi è salito a 190.

Ancora una volta i dati macroeconomici non hanno influito sugli scambi. Negli Stati Uniti, in febbraio, i nuovi posti di lavoro nel settore privato sono cresciuti a 298 mila, nettamente al di sopra del consenso a quota 189 mila.

A Piazza Affari le banche hanno registrato incrementi frazionali: Mediobanca +0,95%, Ubi B. +0,50%, Bper +0,23%, Intesa Sanpaolo e Banco Bpm +0,17%. In leggero calo Unicredit (-0,22%). Ben comprata Generali (+1,75% a 13,96 euro), su cui Mediobanca Securities ha confermato la raccomandazione outperform, mentre Kepler Cheuvreux ha ribadito il buy con prezzo obiettivo a 15,5 euro.

Positive Snam (+0,16%), che ha continuato a ricevere giudizi positivi da parte degli analisti sul piano al 2021, e Prysmian (+0,17% a 23,64 euro), su cui Goldman Sachs ha alzato il prezzo obiettivo da 25 a 26 euro (neutral). Bene FinecoBank (+0,52%). In discesa, invece, Telecom Italia (-0,83%). Secondo diversi analisti il mercato è preoccupato per l’ingresso futuro della francese Iliad nel segmento mobile italiano, anche se i timori sono considerati eccessivi e non giustificano la quotazione attuale a forte sconto.

Nel resto del listino denaro su Technogym (+3,82%): la società e Ibm hanno annunciato un’iniziativa congiunta per lo sviluppo di una nuova generazione di piattaforme di fitness basate sull’intelligenza artificiale. Su di giri Juventus Fc (+10,60%): la performance potrebbe essere legata alla sconfitta del Napoli in Champions League con il Real Madrid, e quindi ai maggiori incassi per la squadra torinese grazie al meccanismo del market pool, legato ai diritti televisivi venduti dalla Uefa e poi ripartiti alle varie federazioni, in caso di passaggio del turno contro il Porto.

Nei cambi, l’euro ha perso terreno a 1,0551 dollari e 120,98 yen. Per le materie prime, quotazioni petrolifere in ribasso di circa un dollaro, con il Brent a 55 dollari e il Wti a 52,13. Non si arrestano le vendite sull’oro, che cedeva 7,50 dollari a 1.210.

Massimo Galli

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Nelle stesse ore in cui i contagi da coronavirus nel Regno Unito, in Spagna e la Francia crescono a ...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Superato lo scoglio di referendum ed elezioni regionali il governo prova a stringere sulla riprivati...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

In un contesto incertissimo per quanto riguarda le trattative tra Bruxelles e Londra su un futuro ac...

Oggi sulla stampa