Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Borse, Milano positiva

Piazza Affari chiude una seduta all’insegna degli acquisti, in controtendenza rispetto agli altri listini europei: il Ftse Mib ha guadagnato lo 0,49% a 23.543 punti. In territorio negativo, invece, Francoforte (-0,34%), Parigi (-0,13%) e Londra (-0,12%). Wall Street era chiusa per festività. Rimane la tendenza di propensione al rischio, con gli investitori concentrati sull’andamento dell’economia europea: la bilancia commerciale dell’Eurozona ha registrato in novembre un surplus di 26,3 miliardi di euro rispetto all’avanzo di 23,8 mld di dodici mesi prima.

In leggero allargamento a 147 lo spread Btp-Bund dopo che Dbrs ha confermato i rating BBB (high)/R-1 (low) dell’Italia con trend stabile. Tra le principali agenzie solo Moody’s, che rivedrà la raccomandazione il 18 marzo, ha un’outlook negativo su Roma a causa delle elezioni del 4 marzo. Il timore è legato al «rischio che le future politiche del governo non affrontino in modo sostenibile la vulnerabilità del paese a uno choc economico o finanziario».

A Milano in luce Azimut H. (si veda articolo a pagina 23). Saipem (+2,42%), a detta di un analista, continua a essere sostenuta dai prezzi del petrolio. All’interno del comparto oil&gas bene anche Tenaris (+0,56% a 14,28 euro), su cui Credit Suisse ha alzato la raccomandazione a neutral e il target price da 13 a 15 euro. Ben comprata anche Eni (+1,36%). Su Enel (+1,05% a 5,3 euro) Goldman Sachs ha alzato il prezzo obiettivo da 6,2 a 6,3 euro confermando il titolo nella Conviction Buy List: gli esperti calcolano che nei prossimi tre anni il gruppo consegua un tasso composto medio annuo di crescita dell’utile per azione del 10%.

Tonica Banca Generali (+1,71% a 29,7 euro): Mediobanca Securities ha confermato il rating outperform e il target a 33 euro. Sopra la parità i bancari: Mediobanca +0,05%, Ubi B. +0,10%, Unicredit +0,11%, Intesa Sanpaolo +0,4%, Bper +0,61%, B.Carige +7,32%. Quest’ultima, a detta di alcuni esperti, ha effettuato un recupero. Debole, invece, Banco Bpm (-0,21%).

In territorio negativo Recordati (-1,24%) e B.Unicem (-1,16%). Nel resto del listino pesante Saras (-8,99% a 1,771 euro), su cui Société Générale ha tagliato la raccomandazione da hold a sell, con prezzo obiettivo a 1,8 euro.

Per le materie prime, quotazioni petrolifere in rialzo, con il Brent oltre 70 dollari a 70,19 che rappresenta il massimo da tre anni. Anche il Wti ha raggiunto il top dallo stesso periodo a 64,81 dollari.

L’oro è stato protagonista di forti acquisiti, in progresso di 9 dollari a 1.341.

Massimo Galli

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

L’Europa è pronta a smembrare i colossi del Web che non rispetteranno le nuove regole sul digital...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Nessuna autorizzazione preventiva, o per meglio dire nessuna esenzione in bianco per salire oltre il...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Invenzioni, brevetti, e altre opere dell’ingegno sono sempre più un pilastro dell’economia mode...

Oggi sulla stampa