Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Borse, arriva il rimbalzo

Seduta di rimbalzo per le borse, dopo i forti cali di mercoledì dovuti alla guerra commerciale Usa-Cina. Se l’umore del mercato resta cauto, sempre a causa delle tensioni per i dazi, d’altro canto emerge un certo ottimismo in vista della stagione delle trimestrali italiane. A livello macroeconomico, negli Stati Uniti le nuove domande di sussidi settimanali di disoccupazione sono scese al livello più basso da maggio: sono state 214 mila, in calo di 18 mila unità, meglio delle previsioni degli analisti.A Milano il Ftse Mib ha guadagnato lo 0,38% a 21.790 punti. Più toniche Parigi (+0,97%), Londra (+0,78%) e Francoforte (+0,61%). A New York il Dow Jones e il Nasdaq avanzavano rispettivamente dello 0,81 e dell’1,24%. Lo spread Btp-Bund è sceso di quattro punti a 233.

A Piazza Affari ben comprati i bancari: Banco Bpm +1,52%, Bper +1,28%, Ubi B. +0,54%, Mediobanca +0,43%, Unicredit +0,07%. Sotto la parità, invece, Intesa Sanpaolo (-1,17%). Denaro su Cnh I. (+1,49% a 8,83 euro): Mediobanca Securities, che ha confermato la raccomandazione outperform e il prezzo obiettivo a 13,30 euro, si aspetta un trimestre sano. Luxottica ha segnato +1,25% a 56,50 euro grazie a Banca Imi, che ha alzato il target price da 52,70 a 53,60 euro, ribadendo il giudizio hold. Su di giri anche Saipem (+1,54%) dopo l’accordo con Curtiss-Wright su una nuova tecnologia per pompe sottomarine.

Debole Fiat Chrysler (-0,60% a 16,562 euro), che resta penalizzata dal tema dei dazi. Mediobanca Securities ha confermato la valutazione outperform e l’obiettivo a 22,70 euro in attesa dei conti: gli analisti si aspettano un’accelerazione nel secondo semestre. Telecom Italia (-2,75%) continua a perdere terreno in assenza di notizie positive, con gli esperti che giudicano eccessive le vendite.

Nel resto del listino positiva B.Cucinelli (+1,40%). Pesante Autogrill (-6,08%) dopo che Banca Imi ha posto in revisione il target price, in attesa dei risultati semestrali e di capire meglio l’impatto dell’aumento del costo del lavoro negli Usa. Il rating resta comunque buy. Ancora prese di prodotto su Juventus Fc (-8,40%). Su Aim Italia in gran spolvero Longino & Cardenal (+10,54%).

Nei cambi, l’euro ha chiuso sotto 1,17 dollari a 1,1686 dollari a 131,40 yen. Per le materie prime, quotazioni petrolifere a due velocità, con il Brent a 73,47 dollari (-7 centesimi) e il Wti a 69,72 (-66 cent). Acquisti sull’oro, che saliva di 3 dollari a 1.248.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Non ha tempi, non ha luoghi, non ha obbligo di reperibilità: è lo smart working di ultima generazi...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

«Sono entusiasta di essere stato nominato ad di Unicredit, un’istituzione veramente paneuropea e ...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Il primo annuncio è arrivato all’ora di pranzo, quando John Elkann ha rivelato che la Ferrari pre...

Oggi sulla stampa