Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Borsa, effetto trimestrali

Le trimestrali italiane mettono le ali a Piazza Affari, miglior listino d’Europa, con il Ftse Mib in progresso dell’1,12% a 22.629 punti. Gli investitori si sono focalizzati sui risultati societari in attesa dell’appuntamento clou della settimana, il meeting della Bce in programma domani. Rialzi più contenuti a Parigi (+0,15%), Francoforte (+0,08%) e Londra (+0,03%). A New York il Dow Jones e il Nasdaq avanzavano rispettivamente dello 0,84 e dello 0,36%.

Poco mosso lo spread Btp-Bund a 158. Gli economisti di Intesa Sanpaolo evidenziano che, con l’avvicinarsi della riunione dell’Eurotower e della nomina del nuovo presidente della Fed, i mercati sono in fase di attesa. La prudenza degli operatori, conferma uno strategist di Ig, è dovuta all’attesa della Bce, che dovrebbe annunciare i dettagli del piano di tapering del Quantitative Easing. «Il Consiglio è consapevole di dover procedere in maniera relativamente cauta e, per questo motivo, prevediamo un tono piuttosto colomba», commenta Pierre Olivier Beffy, capo economista di Exane Bnp Paribas. «La nostra visione, sostenuta da tempo, prevede una riduzione del volume mensile di acquisti di asset a partire da gennaio, fino a un tetto di 30 miliardi di euro, secondo le ultime indiscrezioni: verranno acquistati prevalentemente titoli di stato, con l’opzione di diminuire o aumentare il Qe nel prossimo anno, se necessario».

A Milano su di giri Saipem (+10,82%, articolo a pagina 25). Ben comprate anche FinecoBank (+6,06%) e Luxottica (+4,87%). Italgas (+4,18% a 5,14 euro) ha ricevuto diversi aumenti di target price dopo i risultati: Kepler Cheuvreux ha alzato il prezzo obiettivo da 5,1 a 5,3 euro (buy), Equita sim da 5,1 a 5,2 euro (hold) e Société Générale da 5,12 a 5,47 (buy). In accelerazione Fca (+5,08%, articolo a pagina 25) dopo la trimestrale, e Cnh I. (+2,55%).

Acquisti sul settore bancario: Unicredit ha guadagnato l’1,93%, Ubi B. il 2,95%, Banco Bpm l’1,41%, Intesa Sanpaolo l’1,19% e Mediobanca lo 0,99%. In controtendenza Bper (-0,46%). Forti vendite, invece, su Brembo (-4,11% a 14 euro): Kepler Cheuvreux ha ridotto il target price da 14,5 a 14 euro, confermando la raccomandazione hold in vista dei conti. Su Telecom Italia (-0,91% a 0,765 euro) le attese degli analisti per i risultati sono invece positive: Equita sim (buy, obiettivo 1,26 euro) si aspetta numeri in crescita, così come Mediobanca Securities (outperform, target 1,34 euro).

Nei cambi, chiusura in rialzo per l’euro a 1,1761 dollari e a 134,05 yen. Per le materie prime, quotazioni petrolifere in progresso, con il Brent a 57,74 dollari (+37 centesimi) e il Wti a 52,15 (+25 cent). Continuano le vendite sull’oro, che lasciava sul terreno altri 5 dollari a 1.276.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

«La priorità oggi è la definizione di un piano concreto e coraggioso per fruire dei fondi dedicat...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Sempre più al centro degli interessi della politica, ora la Banca Popolare di Bari finisce uf...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Il post-Covid come uno spartiacque. Le aspettative dei 340 investitori che hanno partecipato alla di...

Oggi sulla stampa