Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Bonus solo a caldaie efficienti

Bonus energetici solo per la caldaie a basso consumo. Stretta sulle maxibollette di conguaglio per le forniture di acqua, luce e gas. Ripristinata la detrazione per i canoni di locazione degli alloggi presi in affitto dagli studenti fuori sede. Detrazione fino all’85% per gli interventi sui condomini finalizzati alla riqualificazione energetica e alla riduzione del rischio sismico. Rafforzamento degli organici dei magistrati amministrativi. Soppressione del FondInps e trasferimento (entro il 30 giugno 2018) alle regioni del personale per i centri dell’impiego. Fino a quella data, però, tutti gli oneri continueranno a essere a carico delle province.

Dopo il corposo (e eterogeneo) pacchetto di emendamenti approvati nel corso del weekend (si veda tabella in pagina), i lavori della commissione bilancio della camera sulla Manovra 2018 sono ripresi ieri con la presentazione di 12 ulteriori proposte di modifica a firma del relatore Francesco Boccia, tra cui spiccano il restyling della web tax e le norme sul servizio postale universale e i prestiti «peer to peer» (si veda pezzo a pag.26).

Nel fascicolo trova spazio anche una disposizione ad hoc che punta a risolvere la procedura di infrazione Ue sulla normativa italiana in materia di Soa (Società organismi di attestazione). Basterà che esse abbiano sede in uno stato membro dell’Unione europea e non più, come era previsto in passato, obbligatoriamente nel territorio italiano.

Non si tratta dell’unica novità in materia di appalti della legge di Bilancio 2018. Grazie a due emendamenti approvati nel fine settimana torna al 40% la quota di lavori, forniture e servizi che i concessionari autostradali potranno svolgere «in house» con le proprie controllate. E scende da 45 a 30 giorni il termine per il pagamento degli acconti del corrispettivo di appalto. Si tratta di due importanti modifiche al codice dei contratti pubblici, a distanza di meno di sei mesi dal varo del primo decreto correttivo.

Arriva, inoltre, grazie a un emendamento del relatore, il piano nazionale d’interventi nel settore idrico per la mitigazione dei danni connessi al fenomeno della siccità e per promuovere il potenziamento e l’adeguamento delle infrastrutture. Il Piano sarà articolato in due sezioni, «invasi» e «acquedotti», verrà aggiornato ogni due anni e definirà l’elenco degli interventi necessari e urgenti.

Via libera anche all’emendamento del governo che proroga nel 2018 la Cigs per i lavoratori dell’Ilva con una copertura di 24 milioni di euro. Nello stesso testo sono stanziati anche 400 mila euro per gli interventi straordinari di bonifica delle aree dismesse di Genova Cornigliano.

In serata la commissione bilancio ha esaminato gli emendamenti accantonati nei precedenti giorni di votazioni a partire da quelli sul lavoro e sulla famiglia su cui il governo si è espresso favorevolmente. Tra questi c’è la proposta di modifica di Alternativa popolare (primo firmatario Paolo Tancredi) che innalza da 2.840 euro a 4.000 euro la soglia di reddito sotto la quale i figli possono continuare ad essere considerati a carico dei genitori.

Secondo Tancredi, la misura (su cui convergono i pareri favorevoli del governo e del relatore) «consentirebbe, secondo calcoli del Mef, a quasi 500 mila famiglie in più di accedere a questa possibilità».

C’è attesa anche per le norme in materia di equo compenso dei professionisti e per quelle sui contratti a termine la cui durata massima dovrebbe scendere da 36 a 24 mesi.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Sulla carta è stata una riunione “informale” — durata quasi quattro ore — per mettere a pun...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Da domani 1° dicembre il sequestro conservativo su conti bancari di altri Paesi Ue potrà effettiva...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Sconto Ires del 50% per le Fondazioni bancarie e nuovo regime Iva per 298mila associazioni. Sono le ...

Oggi sulla stampa